giovedì 17 giugno 2010

Lettera a Maria Latella su Chiara Ferragni

Buongiorno Direttore,

Le scrivo a proposito di Chiara Ferragni. Mesi fa disse di quanto fosse brava Chiara, capace di esprimere le proprie opinioni riguardo alla moda (in inglese, oltre che in italiano) e del fatto che per questo rappresentasse perfettamente la categoria di giovani intraprendenti e volenterosi e CON talento.
Intanto direi che saper scrivere in italiano sia quanto meno un dovere, essendo Chiara italiana, ma aggiungo, dopo aver letto innumerevoli articoli della suddetta fashion blogger, che il suo italiano è tanto semplice che può essere facilmente paragonato a quello di un bambino della quinta elementare.

Chiara Ferragni sul suo blog (the Blonde Salad) racconta che un giorno ha indossato la Balenciaga e l’altro le Miu Miu, che oggi è a Londra e domani a Cannes e ringrazia le fan che la adorano perché sono dolcissime.

Chiara Ferragni si presenta al Chiambretti night, dove si afferma che è spesso presente alle sfilate in quanto esperta e che gli stilisti e i lettori la reputano come una che DETTA LEGGE in fatto di stile. E al momento di commentare un abito di Micha Barton, parla di “la parte di sopra mi piace molto, la parte di sotto meno”. Afferma, poi, che lei, attraverso il suo blog, fa da tramite fra il mondo degli stilisti e quello della gente comune, facendo sì che il primo risulti più accessibile, più vicino e…magari anche meno costoso? A questo proposito rivelo a lei e a Chiara, che il mondo delle sfilate rimane pur sempre lontano anni luce per tre quarti d’Italia, nonostante i suoi considerevoli tentativi di sensibilizzazione, perché solo lei e le altre figlie di papà potranno permettersi di vestire con le proposte di Marc Jacobs e Chanel.

Su A, nello spazio che lei, Direttore, le ha gentilmente offerto, dice di quanto sia difficile trovare un solo attimo per poter mettere lo smalto, visto che ha sempre innumerevoli impegni fashion.

Ora io mi domando, Direttore, perché, dopo aver inaugurato e portato avanti la battaglia dei senza talento, lei lascia che a scrivere sul suo giornale sia una ragazza poco più che ventenne che trascorre le sue giornate a spendere e spandere i soldi del padre in borse e scarpe e vestiti lussuosissimi, ad andare in giro per il mondo a farsi fotografare con le sue amiche (perché lei è un’appassionata di fotografia e infatti la protagonista dei suoi scatti è il suo alter ego, quindi deduco che è appassionata delle SUE foto), e di quanto sia figo tutto questo. E il talento, in queste mirabolanti vicende, dov’è? Dov’è la gavetta della futura stylist, fotografa, scrittrice o giornalista di moda? Mi sento presa in giro, Direttore, non da Chiara Ferragni, che ha semplicemente ritenuto opportuno narrare della sua vita sbrilluccicante e creativa, ma da A, che ha espresso opinioni favorevolissime intorno a questa Barbie, il cui unico scopo, quando respira, è quello di indossare il cuoricino di Tiffany o un paio di Louboutin che costano quanto uno stipendio di un italiano medio (e in tempi di crisi direi che il tutto calza a pannello). Ora capisco come mai, su A, tanti consigliano ai giovani di andare all’estero: noi ragazzi “normali” non potremo mai trovare il nostro spazio e le nostre opportunità, se al nostro posto ci sono quelli che, come Chiara, avendo i soldi ottengono anche la visibilità e quindi il merito, vigendo in Italia la meritocrazia dei ricchi. Io, fashion blogger, sono indignata e delusa. Spero mi sappia dare la giusta risposta e mi sappia Ridare la speranza. Chiedo che la mia mail venga pubblicata su A e così capiremo entrambe cosa realmente si pensa di Chiara e della fu battaglia ai senza talento.

Grazie e a presto, spero.

Chiara Mandetta, La ScoMODAmente



193 commenti:

  1. Non sono un'intenditrice di moda... ma leggo molto e di ogni genere, compreso il settimanale citato. Convengo con le tue riflessioni, le ho fatte io e le ha fatte mia sorella di qualche anno più piccola di me; teenager, appunto, e con lo sguardo volto ed interessato alla moda e al design in ogni sua declinazione. Nel leggere la tua lettera, la mia attenzione è stata presa proprio dal nome del Direttore a cui è destinata. Leggo sempre i suoi articoli di benvenuto alla mia lettura del settimanale e la stimo. Ma la tua osservazione è giusta e non so perchè si sia fatta distrarre da chi, anche a parer mio, non merita cotanta importanza... Spero si ravveda e torni ad essere il Direttore di sempre!!

    RispondiElimina
  2. bene... è giusta la posizione della bad-Chiara (non ti offendere ma così Chiara de la Scoamodamente si oppone e differenzia dalla insalata bionda) e della candy-C. pure!
    nel senso che la Candy ha colpito perchè rappresenta quello che ogni ragazza della sua età vorrebbe essere, il sogno di ogni madre, il volto pulita dell'Italia bene e bene-stante.
    La bad-Chiara è la parte dionisiaca, violenta, quella della volontà di fare e di dire contro un mondo che non fa e non dice e soprattutto contro un mondo che preferisce far parlare le posizioni candy di altrettanto candy-girl,semplicemente perchè sono le espressioni(anche linguistiche, come hai notato tu bad C.) più semplici, più lineari, quelle che spaventano meno la società e la rassicurano. Questo perchè oggi si preferisce la bella bugia rassicuratrice piuttosto che la verità che fa tremare le gambe. questo è il sistema berlusconiano, di cui oggi noi siamo vittime più o meno svelate, dell'ottimismo a tutti costi e della svalutazione dei principi veri che non sarebbero altrimenti sopportati dalle candies-girl, im quanto soggetti deboli che impediscono ai bads di emergere in quanto portatori della forza del fare e non solo del dire.
    debora

    RispondiElimina
  3. Di sicuro l'irraggiungibile haute couture, fa sognare.... altrimenti "Sex and City" non sarebbe la Holy Bible di così tante ragazze, però credo sia giusto e doveroso dare voce e spazio anche ad altre realtà.

    Soprattutto se in queste realtà possono rispecchiarsi, e identificarsi, la maggior parte delle ragazze.

    Dopo tutto la moda nasce dal desiderio sociale, e se sognare fa bene, applicare il sogno giova ancor di più!

    Giovanni Darko

    RispondiElimina
  4. gli articoli della Ferragni sono incommentabili,tematiche ridicole, vuote, inconsistenti, raccontate in un italiano rigido e pietoso, e non danno certamente lustro alla rivista
    Ma non credo che lei sia lì per caso, quindi credo che sia inutile continuare a lottare contro i mulini a vento, le cose vanno così, la gente continuerà a fare gavette faticose mentre altri andranno avanti con facilità, questo è il nostro paese.

    Per quanto riguarda il fatto che Ferragni possa far sognare con i suoi 4 stracci di H&M abbinati a borse costose ma viste dappertutto, di una sconcertante banalità, sinceramente io preferisco continuare a guardarmi sex and the city, almeno lì ci sono look veramente da sogno creati da artisti dello styling, ci sono donne curate dalla testa ai piedi, truccate, pettinate e ordinate.
    Preferisco guardare come si veste la mia vip preferita che sento più affine al mio gusto, e prendere spunto , preferisco mettere da parte qualche soldo dello stipendio per investire in capi di valore. Dei fashion blogger e dei loro tentativi goffi di diventare delle icone, francamente me ne infischio.

    RispondiElimina
  5. Scomodamente credo che tu abbia ragione e magari hai anche delle idee e degli spunti carini, per esempio i look anni '50, che mi piacerebbe approfondissi perchè li trovo così rassicuranti, però dovresti curare di più le immagini del tuo blog perchè così si presentano male, basta correggere le foto per renderle più luminose, scattare in una bella giornata, evitare le foto ai piedi se lo smalto non è messo bene,insomma piccoli accorgimenti che se assenti possono svilire tutto il tuo lavoro, purtroppo l'immagine è tutto al giorno d'oggi, sono sicura che un bel blog come il tuo (descrizione a parte che io ometterei, o rifarei perchè è troppo pesante messa così) se confezionato bene potrebbe funzionare, c'è una cosa molto importante che dimentichi, cioè che oggi la gente compra anche le cose più scadenti e orride, basta che abbiano una bella confezione, la Ferragni ce l'ha, chi gliel'abbia fatta non lo so, ma lei funziona per quello, molti altri no, in una parola, bisogna sapersi vendere bene, che poi all'80% in Italia non basti nemmeno quello ok, però se parli di moda l'occhio vuole la sua parte.

    ciao!

    RispondiElimina
  6. Rispondo alla persona che ha lasciato l'ultimo commento:
    sono felice di ricevere delle critiche, mi aiutano a capire cosa, del mio blog, va perfezionato, cosa eventualmente dovrò eliminare o su cosa dovrò investire (per esempio su una pedicure :)
    Detto questo, vorrei però ricordare che in un mondo in cui vale il pacchetto, si è dimenaticato il valore della parola, con cui commentare una sfilata, un red carpet, una tendenza. Postare delle foto ben fatte fa figo, difficile è esprimere poi un pensiero, ammesso che lo si possegga. La moda è immagine, perfezione aspirata se vogliamo, ma è anche PAROLA. Lo sa bene Suzy Menkes, penna dell'Herald Tribune, doppio mento e sopracciglia incolte, quanto valga la facciata, ma soprattutto la scrittura. Mostruosamente brava, pungente, amante della verità, anche quando scomoda, non credo avrebbe avuto vita facile in Italia.
    Detto questo, ti ringrazio per avermi dedicato del tempo, i tuoi consigli mi saranno molto utili.
    A presto, Charlotte

    RispondiElimina
  7. Per Gemma: intanto fai benissimo a guardare Sex&City, Patricia Field, stilista e stylist, ha fatto un lavoro supremo con le protagoniste.
    Ma non sono molto contenta quando mi dici che si lotta contro i mulini a vento. Ahimè quello in cui ci troviamo è un sistema sbagliato oltre che radicato e forte, ma è tale perchè noi tutti lo abbiamo permesso. Si è arrivati al limite ora, non trovi? Io continuerò a scrivere della mia concezione di moda, e a esprimere pareri non conformi all'attuale stato (di degrado). E' un sassolino o forse nemmeno, mi leggernno in cinque, oppure nessuno, ma io ci avrò provato.

    Grazie Gemma, a presto

    RispondiElimina
  8. Su questo argomento non potevo tirarmi indietro.
    La Ferragni ("affettuosamente" rinominata Ferracne) non è altro che il frutto di quest'era vuota di contenuti validi e piena di ego e bolle d'aria che vanno ad infrangersi negli occhi di ragazzine che sognano una vita "perfetta" come la sua.Lei è una provincialotta che da anni intasa il web,prima con immagini alla "netlog" con foto al cesso coordinate, che poi si è "ripulita" dall'immagine di truzza di provincia,piena di falsi loghi tamarri,e si è reinventata "fèscion blogger". Ma non ha abbandonato la merce tarocca sia chiaro(a parte rare eccezoni).
    è palese a tutti che le sue "followers", abbiano un'età media che oscilla tra i 14 ai 18 anni.
    In fase evolutiva si sa che si prende come punto di riferimento il primo che ti spara avanti "la perfezione" di una vita glamour. Ma quella vita non ha nulla di glamour! Il suo blog parla solo di sè stessa è autocelebrativo ed egocentro.Su 20 foto,19 sono solo su se stessa. Lì non si parla di moda,come passione e duro lavoro,che in realtà c'è dietro(tra l'ltro dovrebbe studiare legge alla bocconi,non si sa quando però)ma di oggetti del desiderio che per le lettrici del suo blog rimangono tali.
    Non c'è cultura,non c'è conoscenza di quello che si scrive.
    Beh scrivere in quel blog è una parola grossa.Al massimo descrive in un italiano da 5° elementare concetti,che se va bene,son banali,scontati e noiosi.
    Io per la cronaca chiamo la latella "Capra Latella" e da qui si può capire benissimo quello che penso di lei.Questo è il sistema,spero che qualcuno si ribelli e faccia valere i suoi diritti. Ma questo deve partire da voi che vi fate il mazzo tanto per realizzare il vostro sogno.
    Ti faccio i complimenti per il blog e ti invito a visitare un sito molto illuminate sulla questione "fenomeno "ferragni", http://levipere.com/.
    Basta cliccare sul nome chiara ferragni sulla destra e ti si aprirà un mondo tutt'altro che luccicoso e patinato(sempre se tu non lo conosca già).
    Ancora complimenti.
    JESSICA* :)

    RispondiElimina
  9. Ciao Jessica, sì le vipere le conosco e sono ben contenta che esistano! Per quanto riguarda le foto di Chiara, non dimenticarti del povero Richie che si sacrifica a sbaciucchiare Chiara in improbabili pose, perchè anche questo è MODA.

    Non ribadirò cosa penso di lei, ma Chiara è solo la cieliegina di un sistema sbagliato, e, se vogliamo, la vittima...Non le auguro nulla, aspetto di vedere cosa accadrà e intanto mi auguro che il Direttore mi risponda.

    Grazie di avermi letto, di aver commentato e dei tuoi complimenti, che sono uno stimolo a fare sempre di più.

    A presto, LaScoMODAmente

    RispondiElimina
  10. stupenda, hai ragione, io studio moda in un'università pubblica e capisco perfettamente...
    in italia il sistema è sbagliato e probabilmente appena laureata me ne andrò...
    io personalmente inorridisco davanti alla ferragni, anche perchè se la moda è mettersi chanel ecc... haha non ha capito nulla.
    al chiambretti ha fatto una figura penosa, mi auguro fosse stata un pò l'emozione, ma non del tutto di sicuro, che vergogna!!!

    RispondiElimina
  11. Cara anonima, intanto grazie, sono contenta di aver dato forma a un malessere evidentemente generalizzato, nonstante non lo sia del malessere stesso, sia chiaro!
    Se hai bisogno di una voce "amica" puoi trovarmi su facebook, dobbiamo essere unite :D

    Chiara Charlotte Mandetta,
    a presto!

    RispondiElimina
  12. Ottimo post, non saprei cos'altro aggiungere. Brava :-)
    Lily

    RispondiElimina
  13. Aggiungo all'ottimo post che la foto postata in calce all'articolo rappresente la nostra CF sfoggiare una borsa in cui la scritta "CHANEL" sembra incollata con photoshop (se schiarite l'immagine si vede uno strano contorno più scuro attorno alla nota griffe). Tanto per completare il desolante quadro già piuttosto squallido.

    RispondiElimina
  14. ... Sottoscrivo la lettera. Scrivo per la stessa rubrica della Ferragni su A. Non ho mai pensato che i Diari di Ventenni dovessero essere seri e profondi ma neanche totalmente privi di alcuna rilevanza. Quello sullo smalto è stato l'apoteosi dell'imbarazzo e mi fa piacere che parecchia gente se ne sia accorta. La cosa più irritante è che se la critichi vieni accusato d'invidia.

    RispondiElimina
  15. E cos'altro dovrebbero dirti? Ho letto una NONrisposta della Direttora a una ragazza che si lamentava per lo stesso fastidioso "problema", non risposta perchè Latella sviava semplicemente, non dando alcuna spiegazione sulla presenza di Chiara su A. La Direttora sarà stata costretta a (man)tenere Chiara su A? Non lo sapremo mai, ma almeno sta facendo una grande figura di merda, passami il termine!

    Comunque grazie per essere diventata una mia lettrice ufficiale, per avere chiesto la mia amicizia e per il commento.

    A prestissimo, dunque

    Chiara, LaScoMODAmente

    RispondiElimina
  16. Io mi ritengo un'estranea al mondo della moda "pratica", nel senso che la MIA moda è quella di tutti i giorni. E' la moda che mi piace seguire con un pizzico di mio, ben lontana dalle possibilità di questa signorina pseudo-nessuno tale Chiara Ferragni. Io studio Medicina, ma nonostante questo leggo abitualmente riviste di moda, adoro lo shopping e mi interessa molto la mia immagine esteriore. Nonostante questo, ho molto a cuore il mio futuro come medico e per questo passo le mie giornate china sui libri senza ottenerne niente di "materiale". Il fatto che queste persone riescano ad avere successo fotografando e sbandierando il NIENTE è frustrante,offensivo e fin troppo "italiano". Ci si lamenta delle Veline, dei tronisti...ma quanto sono realmente diversi questi "fashion bloggers"? e intendo i fashion blogger che alla moda non aggiungono niente di che. Ho letto diversi blog di questo genere proprio per poter avere sufficienti basi per criticare, e in pochissimi di questi ho trovato qualcosa di intelligente da leggere. Ho visto molta ostentazione, molto "ergersi sopra la folla", ma poca MODA, poca creatività vera.
    Per questo appena ho letto questo post immediatamente mi è scattata la scintilla. Finalmente qualcuno che non idolatra!

    RispondiElimina
  17. Il tuo commento è molto bello, e non perchè vi sonoall'interno dei complimenti per LaScomodamente, ma perchè anche tu dici qualcosa di vero e per cui ti guadagni la mia stima, nonostante io non sia nessuno sia chiaro...
    Grazie Bibi

    RispondiElimina
  18. ciao, ho appena scoperto il tuo blog e l'ho subito salvato tra i preferiti. Mia madre era abbonata ad A da quando aveva chiesto a me qual era un buon giornale a cui abbonarsi quando le furono proposte ottime percentuali di sconto ed essendo già abbonata a Vanity fair e Vogue mi era venuto in mente A che compravo di tanto in tanto. Quel giornale mi è sempre sembrato parecchio insulso, i servizi di moda erano fatti male e le interviste anche peggio, se avevo voglia di leggermi delle belle interviste mi rifugiavo sempre in Vanity e da fotografa ammiravo molto i servizi di Vogue ma quando leggevo A lo iniziavo sempre dalla fine perché i diari dei ventenni erano i miei preferiti, che coprivano quasi la scarsità del giornale. Da che ha iniziato a scrivere la Ferragni ho deciso di non rinnovare l'abbonamento ma il giornale continuano a mandarmelo. Io mi vergogno di leggere tra tanti ragazzi all'estero che si fanno il mazzo gente come lei, superficiale e inutile.

    Magari il perché scrive su A te lo possono dare loro :)
    http://levipere.com/2010/03/18/chiara-ferragni-scrive-su-un-giornale/

    RispondiElimina
  19. Ciao artista! Ti ringrazio infinitamente per la fiducia che mi dai, cercherò di fare del mio meglio con questo blog.

    Come dici tu, A è diventato pessimo (ho letto l'intervista a colei che ha sostitutio la Busi al tg...Pessima lei e l'intervista!

    Allora a presto, cara e grazie del suggerimento, Le vipere le conosco e sono fortissime :)

    RispondiElimina
  20. Ciao carissima, sono nuova da queste parti ma il tuo blog mi fa impazzire. Si parla di Chiara Ferragni e io potevo non intervenire?!? OVVIAMENTE NO!! ma riassumerò in punti quello che ho da dire su questo "fenomeno":
    1- Chiara Ferragni non capisce un emerito CAZZO dell'arte sublime, complicata, ricercata, che può essere la MODA (quella vera intendo e che non comprende un mucchio di Balenciaghe tarocche), che ne sa la Ferry del lavoro che c'è dietro ad ogni singolo capo, ad ogni intelaiatura che andrà a costituire la complessità di un capo;
    2- CHIARA FERRAGNI non sa PARLARE NE SCRIVERE L'INGLESE, e ve lo dico non perchè io voglia fare l'esperta, ma vi dico che la pronuncia che ha lei adesso nei suoi video messaggi io l'avevo in 5a elementare, a scrivere lo sbaglia, e come se non bastasse riduce la sintassi italiana (BEN PIU' COMPLESSA DI QUELLA INGLESE, CHE ALLA NOSTRA IDOLA PIACE TANTO) ad un misero mucchietto di parole accozzate li per dare un senso complessivo al discorso piuttosto banale;
    3- LE SUE LETTRICI SONO MOLTO GIOVANI E INESPERTE che ne sanno se le sue Vuitton sono vere o tarocche?!? VE LO DICO IO, alcune vere (POCHE), altre TAROCCHE, ma così tanto che pure un cieco se ne accorgerebbe! ma vedrete che finchè uno non se ne accorge tanto meglio per lei, ma se minimo qualcuno la SPUTTANASSE beh allora me la godrei...
    4- ha ragione la ragazza di prima che diceva che lei preferisce sexandthecity dove le protagoniste sono curate, e dove si vede il lavoro estenuante (perchè di questo si tratta) degli stilisti!
    IO DA POVERACCIA SBUCCIAPERE CHE NON SONO ALTRO VORREI DARE UN CONSIGLIO ALLA FERRY: guardati IL DIAVOLO VESTE PRADA sotto un'altra luce, e non solo per i vestiti scintillanti che vedi! in quel film c'è una morale che PROBABILMENTE NON COGLIERAI PERCHE' LE TUE SONO BRACCIA STRAPPATE ALL'AGRICOLTURA..
    e con questo ho finito
    un bacio e i miei più sinceri complimenti alla scomodamente! TI STIMO!
    Vicky =l'insalata di riso=

    RispondiElimina
  21. Sai Vicky, ieri sera ero un tantino depressa, avendo saputo che Latella, nonostante la promessa di pubblicarmi, ha piuttosto peferito dedicare ben due pagine due a Chiara, questa settimana. Delusione e sfiducia, certo, disgusto e mancanza di credibilità ai miei occhi.
    Poi ho letto il tuo commento e mi è tornato il sorriso!

    I punti chiave intorno a Chiara trovano tutti la mia approvazione.

    Grazie cara, felicissima di averti come lettrice

    RispondiElimina
  22. le cose che dici sono vere, però mi permetto di dissentire sull'andazzo che vediamo in Italia

    Qui si riesce solamente a criticare in negativo, credo che sia ormai tempo di proporre qualche cosa di costruttivo, di vedere il lato positivo delle cose, non si può sempre criticare, gente come queste fashion blogger sono scontatamente discutibili, non penso che valga la pena di soffermarsi a criticarle in modo così ampio, aprire blog e siti dedicati a loro, insomma tutto questo spreco di energie per persone che non lo meritano e che agli occhi di chiunque, un minimo istruito e non subumano, risultano ovviamente patetiche e pacchiane.

    Per una Ferragni o una sua amica, ci sono altre dieci blogger che vale la pena di leggere, il fashion blogging non nasce come un fenomeno che vuole porsi nella stessa posizione di modelle ed esperti del settore, le critiche sul fisico delle blogger sono sempre così deprimenti da leggere, così come lo sono tutti i commenti della gente che dice di studiare moda, penso che dovrebbe piuttosto essere un hobby, un modo per condividere i propri gusti, non credo che sia necessario stare a sciorinare ed esibire chissà qualche cultura in materia, non è detto che per avere buon gusto o essere semplici appassionati, si debba aver frequentato una scuola o letto dei libri, altrimenti non esisterebbe più un confine tra appassionato e professionista, in ogni cosa.
    Sarebbe come dire per esempio che il 90% dei fotografi che postano le foto su flickr dovrebbe chiudere bottega perchè non ha niente di professionalmente impeccabile da proporre, perchè non ha frequentato una scuola, e io non credo che sia così

    Ognuno può avere qualche cosa di bello da raccontare, sta a noi cessare di vedere sempre e solo il marcio e il negativo in ogni aspetto del mondo, iniziamo a vedere gli aspetti positivi e ad essere più clementi

    Una persona non ci piace? Passiamo oltre. E' vero, ci sono delle blogger che si capisce benissimo che hanno aperto il blog pensando di essere del gran fighe, fisicamente e per le 4 borsette firmate che indossano, ma vale davvero la pena di star loro dietro? Purtroppo sono delle vittime di questo sistema, di questa società, di questa politica che ha indirizzato verso la pochezza e la volgarità i popoli, vittime dei telefilm americani pacchiani, vittime di un'estetica malata di superficialità, è questo che mi viene sinceramente da dire scavando in profondità oltre la facciata capace di innervosire ragazze molto giovani, io ho qualche anno di più e non me la sento di essere tanto severa con queste ragazze, piuttosto penso che dovremmo indirizzarle, dovremmo mostrare che cosa secondo noi ha un valore, che cosa vale la pena di scoprire.


    E' troppo facile criticare e basta, proponiano, siamo positivi, la critica è negativa, non risveglia le coscienze, avete visto come ha fallito la sinistra italiana e chi c'è al governo adesso? sapete perchè? perchè la gente vuole qualche cosa di splendente, di luccicante, non vuole la critica pedante, allora cerchiamo di infiocchettare anche noi concetti e idee valide, è come un vegetariano che ti mette sulla tavola un piatto scondito di riso integrale, tu dici ma che schifo, non diventerò mai vegetariano!
    Mentre se un vegano ti fa un dolce vegano 100% buono e gustoso magari inizi a pensare che esistono delle alternative, apri i tuoi orizzonti.
    Ci vuole un po' di appeal, cosa che onestamente non ho mai trovato in certi siti, tipo le Malvestite, sito orrido, o nella pagina di Misha su Facebook, così piena di critiche maligne, cattiverie, ignoranza e volgarità spesso allo stesso livello della gente che si odia

    E' tempo di cambiare se si vuole davvero cambiare qualche cosa :)

    Vanessa

    RispondiElimina
  23. Condivido pienamente quanto dici, non gradendo io le sterili critiche, le burle banali, le invidie, se mi passi l'espressione.

    Io personalmente non accuso Chiara Ferragni, essendo il mio "j'accuse" destinato ad un direttore che si è fatta in passato paladina di una lotta ai senza talento, svalutata, ora, da lei stessa. Avrei potuto tacere, andare oltre, non acquistare più A, ma ho preferito parlare, ed esprimere un'opinione, per avere quanto meno la speranza di essere ascoltata, perchè questo in Italia abbiamo smarrito, la speranza.

    Detto questo (e parlo per me), sono una persona entusiasta, appassionata e questo può emergere anche dal mio intero Diario di bordo.
    Nel mio piccolo, io FACCIo, propongo la mia sarcastica visione della moda, e quindi "Cambio". E non mi prendo troppo sul serio, non essendo questo il luogo e non essendo io un'esperta.

    Grazie per il tuo contributo, Vanessa

    PS Yes, we can :)

    RispondiElimina
  24. speriamo carissima, perchè anche io sono proprio stanca di vedere tanta mediocrità acclamata in questo paese, dobbiamo farci sentire, però in positivo, altrimenti non ci seguirà nessuno e ci daranno solo delle invidiose

    quanto alla Latella sai per me non è nemmeno degna di critica, il suo comportamento e le cose che ho letto abbia detto in risposta alle critiche su questa sua scelta di dare lavoro a certa gente, parlano da soli, hai fatto benissimo a scriverle, però c'è gente che vive in una realtà talmente parallela che non ci arriverà mai, noi però sì, freghiamocene, buttiamo via le riviste e proponiamo noi i contenuti che vorremmo, per fortuna internet ci dà questa possibilità

    buona serata! :)

    RispondiElimina
  25. Cara Scomodamente , apprezzo moltissimo l'intento di creare un'alternativa vincente a tutto questo degrado.

    Il tuo blog tuttavia credo sia un pò scarno , sebbene i contenuti ci siano e gli argomenti interessanti pure, dovresti trovare un equilibrio tra forma e contenuto a mio avviso.

    Chiara , come è stato detto in un commento precedente , credo sia l'emblema del berlusconismo e di come l'amore , il bon ton e la perfezione vincano sull'odio. Beh , se proposte di verità , genuinità e libertà sono viste come odio , andiamo bene!

    La moda deve diventare democratica , anche se sappiamo che la maggior parte di chi lavora nella moda , ma soprattutto dei ricchi non vorrebbe mai questo , come potrebbe sentirsi superiore ???

    Lavorare sull'unicità è la soluzione , non sulla quantità di denaro spesa.

    Comunque proprio ieri sera , ho cercato di pormi con rispetto nei confronti di Chiara Ferragni , inviandole un messaggio di posta in cui l'ho criticata in modo costruttivo e ho comunque cercato di proporle modi alternativi di presentare il suo passatempo , proponendole blog esteri , che potrebebro darle una concezione più ampia del " mestiere " della "it Girl" o fashion blogger che sia.

    Credo comunque che lei abbia un pò frainteso il ruolo , ha infatti mixato quello dell'opinionista di moda con quello dell'esibizionista di moda , tuttavia educare le masse al gusto non è facile dopo anni di diseducazione.

    Dicono che c'è un disperato bisogno di bellezza in Italia...ritroviamola! Senza astio e comunicando , senza pretendere schieramenti netti , offensivi e distruttivi.

    Un abbraccio,

    Mr.Mess

    RispondiElimina
  26. E a mio avviso, Mr.Mess,credo tu abbia pienamente ragione. A breve un sito vero e proprio, più armonico, più consistente, curato nella struttura e non solo nei contenuti.

    Condivido quanto detto da te e spero in un "antiberlusconusmo estetico" :).

    A presto, LaScoMODAmente

    RispondiElimina
  27. Ciao Mr Mess,decido di commentare anch'io.
    Sono assolutamente d'accordo con Scomodamente.

    Mi consola il fatto che chi se ne intende davvero di moda (eccetto qualche episodio...) non commenta il blog di Ferragni.

    L'unico supporto che riceve è quello di quattordicenni esaltate per la sua soap opera con fidanzato-amici-chebellecosemangio.

    Se fossi in lei ed avessi tutte le possibilità economiche che possiede di certo avrei speso i miei soldi divesamente.
    Potrebbe girare qualche telefilm sulla sua vita,una specie di diario dato che è bravissima a raccontare con immensa esclusività quello che ha fatto il giorno prima (non è mica semplice eh!)

    Chiara Ferragni c'entra con un sacco di cazzate ma con la moda non c'entra assolutamente nulla.

    RispondiElimina
  28. Io non mi preoccuperei di Chiara Ferragni, chi non ha talento se ne torna inesorabilmente nel dimenticatoio, la gente oggi ti ama domani non si ricorda neanche più chi sei. Vi ricordate di Costantino Vitagliano? Qualche anno fa sembrava impossibile riuscire a liberarsi di lui, e dov'è finito ora? Probabilmente neanche la De Filippi si ricorda più di lui.
    Il fenomeno fashion blog avrà la stessa sorte e presto o tardi verrà soppiantato da qualche nuovo fenomeno e a quel punto solo chi davvero ha talento sopravviverà. La Ferragni non solo di talento non ne ha, ma non è neanche davvero interessata al mondo della moda da un punto di vista artistico altrimenti sfrutterebbe questo momento non solo per scroccare inviti ad eventi e qualche vestito ma per imparare dalle persone con cui sta venendo a contatto cosa significa lavorare nella moda. Per la Ferragni la moda è solo un modo per celebrare se stessa e il suo ego e può anche ingannare un branco di 15enni adoranti ma chi davvero lavora nella moda vi asicuro che la differenza la comprende perfettamente, come ad esempio Stefano Gabbana che ha ammesso senza mezzi termini di non sopportarla, o Anna Dello Russo che non si è mai degnata di risponderle su twitter nonostante la Feragni l'abbia tampinata senza vergogna.

    RispondiElimina
  29. Intanto grazie, Irene, davvero gentile, per il commento e per essere diventata una mia lettrice.

    A te,Liz, dico che sono a dir poco soddisfatta del tuo commento e vorrei che quello che dici corrispondesse a verità. Staremo a vedere.
    Grazie anche a te e a presto per un sito vero e proprio (sperando io di non finire nel dimenticatoio delle "fashion blogger" :)

    A presto, ragazze.

    RispondiElimina
  30. Tanto per sapere dovresti meritartelo tu? che invidia, che pena. Chiara riceve molte più attenzioni delle blogger italiane, che tu lo voglia ammettere o meno, il posto spetta a lei. Nessun altra fashion blogger ha creato attenzione attorno a lei. Voi blogger italiane siete troppo invidiose, ma invidiose in una maniera allucinante. Il fatto che Chiara abbia successo vestendosi normalmente e non usando nulla di eccentrico o originale, la rende la più seguita, perchè le persone normali non si vestono come in Sex and the city (ovviamente ci sono le eccezioni). La maggior parte di voi la critica dicendo " non si merita il successo, c'è qualcuno che ha studiato e ha fatto la gavetta invece lei no.." è inutile che lo dite, cercate compassione?? lavorate più duro di lei e dimostrate che potete farcela anche voi. Tutte queste lamentele annoiano solamente e non cambiano la situazione.

    Che poi possa piacere o meno il suo style è un altro discorso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il fatto che Chiara abbia successo vestendosi normalmente"
      NORMALMENTE? La sua è un'accozzaglia di vestiti; vedi poche persone vestirsi così nella vita di tutti i giorni. E meno male!

      Elimina
  31. Cara pretty rockless, io ho espresso un'opinione. Vuoi tu credere che sia per invidia? Fallo, è giusto anche questo.
    Ma voglio darti un appuntamento: ci vediamo qui fra un pò di anni? Così, tanto per vedere cosa sarà successo nel frattempo a Chiara, alla ScoMODAmente, a Maria Latella...

    Grazie per avere letto la mia lettera, una parola in più è sempre meglio che una in meno.

    La ScoMODAmente

    RispondiElimina
  32. Pretty rockless tu sei una poraccia e sei un cesso, perciò abbi il buon gusto di fare silenzio e di andare a studiare, visto che la tua ignoranza sprizza da ogni poro del tuo blog, che per grazia di DIO hai reso privato.
    Scomodamente, hai tutta la mia stima.

    RispondiElimina
  33. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  34. Un enorme grazie a Martina.

    Un invito a entrambe a non discutere, sù, tanto "l'oggetto" della lettera continua a vivere serenamente anche senza che ci SCORNIAMO.

    RispondiElimina
  35. Hai ragione scomodamente eliminerò il mio commento cosi non si creeranno polemiche

    RispondiElimina
  36. L'italiano di Chiara, dev'essere per forza semplice, perché attraverso i suoi interventi non si rivolge esclusivamente agli accademici della Crusca.

    In un blog che si occupa di moda, cosa dovrebbe scrivere se non di Balenciaga, Miu Miu e compagnia bella? Se l'argomento non ti interessa, non sei tenuto/a a seguirla.

    Al Chiambretti Night, non ha detto che "detta legge" in fatto di moda, ma che gli stilisti la invitano ed essendo appassionata di moda accetta volentieri di assistere alle sfilate.

    Il Direttore Latella, lascia scrivere una ragazza che è sì ventenne, ma ha tutte le carte in regola per farlo. Si è diplomata al Classico in uno dei migliori licei italiani, si è laureata alla Bocconi, parla correttamente inglese, viaggia, è aggiornata su tutto e parla con cognizione di causa.

    La verità, è che le Chiare Ferragni rappresentano un modello che le ragazze "medie" vorrebbero raggiungere, ma non si sforzano neppure il minimo per seguirne i passi. Da un lato c'è la ragazza frivola, ma dall'altro, c'è una ragazza che si è fatta "il mazzo" studiando e lavorando.

    Non ha talento? Se ne parlate, vuol dire che ce l'ha. E questo dà fastidio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. " attraverso i suoi interventi non si rivolge esclusivamente agli accademici della Crusca."
      no, ma neanche ai bambini della scuola elementare!

      "Si è diplomata al Classico in uno dei migliori licei italiani, si è laureata alla Bocconi, parla correttamente inglese, viaggia"
      No guarda, ti sbagli di grosso!
      - Si è diplomata al Classico in uno dei migliori licei italiani: forse poteva anche permetterselo, non credi?
      - si è laureata alla Bocconi: non è ancora laureata. Anche qui vale il discorso di prima, cioè che può permettersi di sborsare 15.000 euro l'anno per stare lì. Non pensare che i laureandi/laureati Bocconi siano più intelligenti di noi poveri mortali che frequentiamo università abbordabili; loro sono semplicemente sfondati di soldi, mentre l'italiano medio figlio di operai non ha mai visto una cifra del genere (e potrà vederla, dato che in Italia la meritocrazia è un concetto sconosciuto?).
      - parla correttamente inglese: ha una pronuncia che fa rizzare i capelli ed il suo inglese scritto talvolta presenta errori madornali.
      - viaggia: se noi figli di operai avessimo le possibilità economiche per farlo, non pensare che ci tireremmo indietro!

      "dall'altro, c'è una ragazza che si è fatta "il mazzo" studiando e lavorando"
      Certo, ha lavorato ogni tanto come commessa. Nient'altro.

      Elimina
    2. ops, dimenticavo...
      "Non ha talento? Se ne parlate, vuol dire che ce l'ha."
      No, se ne parliamo è proprio perché non ne ha!
      Semplicemente, il talento di una persona non dipende dal fatto che si parli di lei o no. Anzi, molti talenti sono sconosciuti ai più, mentre tante persone prive di talento sono sulla bocca di tutti.

      Elimina
  37. questa lettera è semplicemente favolosa

    RispondiElimina
  38. ahahahahahahahahahahahahaha ma chi è lo scemo ingorante che ha risposto per ultimo? (mi riferisco all'anonimo). chiara non rappresenta "un modello che le ragazze "medie" vorrebbero raggiungere", lei E' una ragazza media e tu che hai scritto questo commento sei più medio di lei. Tu sei al pari di tutti i lettori del suo pessimo blog. Questo blog è il primo che parla in modo OBIETTIVO ed intelligente di moda. Se tu, caro anonimo, non sai l'inglese e pensi che la Ferragni lo sappia sei messo molto male. Vai a studiare che ti farebbe bene e ti faresti una coscienza. Se mai leggerai il mio commento vorrei sapere QUALE TALENTO ha la ferragni.

    RispondiElimina
  39. p.s. la moda non è ne balenciaga ne miu miu IGNORANTE

    RispondiElimina
  40. Parto dall'ultimo tuo commento, Sara... quanto hai ragione ;)!

    Grazie per il tuo apprezzamento, spero che pian piano a vederla così non saremo 4 gatti, ma sempre di più... Vado a letto, sognando la meritocrazia... Notte!

    RispondiElimina
  41. non ho letto tutti gli i commenti al post ma mi iace pensare che tu mi abbia chiesto l'amicizia su youtube dopo aver visto il mio video sulla settimana della moda... è così?
    sperandolo tanto
    yours
    Olivia

    RispondiElimina
  42. Essì te n dò conferma anche qua, ma ti rivelo che soprattutto mi ha colpito il modo meraviglioso in cui trucchi gli occhi *.*

    RispondiElimina
  43. Quanta invidia leggo in questa lettera, quanta voglia di imporsi a un pubblico che invece non sa che tu esisti nemmeno!
    Tu, con le tue idiozie, i tuoi talenti inesistenti, dovresti soltanto imparare da chi, anche senza talento, riesce comunque a far parlare di sè, a riscuotere successi.
    Tu parli di meritocrazia? Chi sei tu? Cosa hai fatto? Quando parli ti ascolti?
    Inizia a curare di più il tuo aspetto e la tua immagine e poi, semmai, puoi solo pensare di avere voce in capitolo.
    Tu saresti un'esperta di moda? Tu? Con quella faccia, quell'accento, quei vestiti? Ma per favore! Tu non sai nemmeno cosa sia la moda, l'eleganza,lo stile, il buon gusto, la tendenza.
    Torna nel tuo paesello e và con le tue amichette ai mercatini, che la MODA è un'altra cosa.

    Giusy D'Amato

    RispondiElimina
  44. Concordo con Giusy. Frequenta un corso di dizione, prima e magari una scuola di moda. Poi parla.

    Loretta

    RispondiElimina
  45. Mi complimento con te per il tuo pensiero diseducativo (" dovresti soltanto imparare da chi, anche senza talento, riesce comunque a far parlare di sè, a riscuotere successi).

    Non pretendo di essere un'esperta di moda, non ho studiato in questo ambito, ma conosco l'italiano, la buona scrittura e mi nutro di discrete letture e queste cose le impari a scuola e poi all'università... per quanto riguarda il buon gusto, beh, quello non lo impari, cel'hai, che tu abiti in un paesello o in una grande città. Mi spiace non me ne torno da nessuna parte, al massimo lascio milano per le vacanze di natale...

    E' stato un piacere Giusy

    RispondiElimina
  46. Un piacere... solo tuo!

    Non ti rispondo più, non si sa mai, magari pensi di essere interessante sul serio col tuo stupido blog!
    Peccato, l'idea è molto carina, sei tu che sei "out" in tutti i sensi.

    Il mio pensiero non è diseducativo, è un consiglio per te che sei piena di aria fritta. Almeno imparare da chi non ha talento per te potrebbe essere un inizio!
    E smettila di essere invidiosa delle altre, vai a studiare!

    Giusy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "un consiglio per te che sei piena di aria fritta"
      AHAHAH!
      Cos'è, Chiara Ferragni invece è colta? C'è qualcos'altro che vuoi scrivere prima di essere linciata/o?

      Elimina
  47. @Loretta Nei video non faccio altro che accentuare un accento (scusate la cacofonia), per renderlon caratteristico, come fa Luciana Littizzetto con il suo torinese, ad esempio e per quanto riguarda le mie conoscenze sulla moda... Coco Chanel iniziò mettendo sù cappelli e stravolse il pensare comune introducendo una bestemmia di stoffa come il jersey... il mio sommo esempio, dovrebbe esserlo anche per voi.

    Buona giornata cara e speriamo che stasera, al mio ritorno io possa trovare ancora commenti del genere, mi divertono e mi stimolano :)

    RispondiElimina
  48. Ahahahahahah! Neanche a Zelig puoi andare tu. Prova con la Corrida!

    Loretta

    RispondiElimina
  49. @ Giusy: e da quando si dovrebbe imparare da chi non ha talento???!!!...questa chiacchierata mi inquieta, davvero....ho paura per le nuove generazioni, una grande enorme paura...

    una mamma

    RispondiElimina
  50. solo i mediocri ergono a propri miti persone senza talento. Siete voi che rendete dei pagliacci, siano essi tronisti, concorrenti di reality più o meno farlocchi, oche, o ferragni qualsiasi delle star. Povera la nostra bella Italia! Quanti talenti hai sfornato in passato e di quanta pochezza ci accerchi ora!Chiara, continua con il tuo bell'accento, con le tue smorfie, con la tua cuorisità ad incuriosirci. Per fortuna si può essere qualcuno anche venendo da un paesello ed avendo un accento marcato. Il mondo non è solo delle milanese con i boccoli piastrati, ma soprattutto di chi ha cultura, voglia di imparare, UMILTA' cosa che mi pare manchi a molte di quelle che hanno scritto qui, a cui manca da ciò che leggo anche un po'di sano cervello che madre natura dalla nascita dovrebbe regalarci ma che oggi si dimentica sempre più di elargire.

    RispondiElimina
  51. L'intelligenza, l'ironia, la cultura, la sagacità che caratterizzano il tuo blog sono difficili da comprendere per molti, visto che ormai stanno diventando specie protette. Sei arguta, scrivi molto bene e dai tuoi articoli traspare spessore culturale. Ignora l'ignoranza, la pochezza, e continua così.

    RispondiElimina
  52. Giusy, chi ti credi di essere???
    Vorrei tanto sentire il tuo bell'italiano pulito privo di accenti, vorrei vedere il tuo grande stile!!!
    Insomma adesso è la Ferragni che detta stile? Vorrei dirti che partendo da un budget come il suo tutti noi possiamo essere persone con stile.

    Sicuramente Chiara Ferragni ha talento nel saper cogliere le occasioni, sicuramente crede in se stessa. Ritengo però che i valori che va insegnando sono pessimi: per stare bene con noi stessi dobbiamo davvero avere scarpe miu miu, cani di razza e bellezza estetica??? A me fa SCHIFO questa visione, mi dà la nausea. E penso che la Scomodamente offra una visione molto più umana e giusta della moda. Se tu dici che Chiara (della Scomodamente) non ha stile vuol dire che sei una delle tante pecore che si è fottuta il cervello appresso agli standard che i media ti hanno inculcato in testa. Ritengo che un blog dove si faccia della sana critica sul mondo che ci circonda può certamente essere molto più costruttivo di un blog dove si subiscono passivamente solo immagini pubblicità dove tutto sembra essere perfetto. Perché non è così, il mondo non è perfetto, e Chiara Ferragni NON è perfetta.
    Tra l'altro non mi sembra che Chiara Ferragni abbia quest'accento pulito...anzi, direi che le cadenze nordiche si fanno decisamente sentire.

    Marta

    RispondiElimina
  53. Ragazze vi ringrazio infinitamente per le vostre considerazioni, positive o negative che siano e queste ultime più che mai mi fanno capire che sto facendo bene :)

    Cercherò di portare avanti la mia cultura (umilmente e per quanto io ne abbia), la mia ironia, il mio accento accentuato per esigenze di copione :) e la mia passione... Cmq ho scritto una tesi sul giornalismo di moda, a conclusione di una laurea in lettere che mi ha permesso di studiare e apprendere cose meravigliose e la moda... beh quella l'ho studiata e la studio da autodidatta e sono assolutamente felice felice felice del mio percorso di studi. Mi auguro che voi possiate esserlo altrettanto.

    Al prossimo articolo e video :), ciao a tutte

    RispondiElimina
  54. Francamente penso che qui di talento non ne abbia nessuno, nè la diva ventenne, nè tu.
    Ma questa lettera te la potevi risparmiare!
    Innanzi tutto perchè solitamente si ignora chi si ritiene inferiore e soprattutto privo di talento.
    E poi perché fino a quando tratti argomenti così banali, potrai solo restare la campagnola che sei, diva tra le 4 frustrate che ti rispondono.
    Almeno lei è riuscita ad avere successo.
    E poi, scusate, chi siete voi per dire chi ha o non ha talento? E voi tutti vi ritenete umili?
    E' davvero triste vedere te, campagnola da 4 soldi, che attacchi un'altra ragazza come te, solo x invidia.
    Il talento si dimostra con i fatti, non con le parole. E finora tu hai dimostrato di essere la brutta campagnola che sei e resterai.

    Una mamma con cervello

    RispondiElimina
  55. Signora mi dispiace per i suoi figli...

    RispondiElimina
  56. ma mamma con cervello, se solo la ferragni avesse talento nella scrittura e nel formulare pensieri come l'ha la nostra adorata "campagnola"...allora potremmo paragonarle...ma visto e considerato che qua siamo nettamente a livelli più alti mi spiace dirglielo ma lei ha sparato una marea di cazzate, offendendo pure una categoria rispettabilissima ovvero quella dei contadini (e magari lei, mamma con cervello, gioca pure a farmville.tsè)

    RispondiElimina
  57. Sono esterrefatta dal commento della mamma "con cervello"...cosa crede che sia il cervello? Un capo di abbigliamento che si può acquistare? Purtroppo l'intelligenza nel mondo è stata distribuita davvero con molta parsimonia, e chi non ce l'ha, ahimè, non potrà acquistarla per nessuna cifra!!!

    una ragazza "con vestitino a fiori e fazzoletto in testa nel fienile di una bella campagna"..ops, dimenticavo..."frustrata"

    RispondiElimina
  58. Cara mamma Ferragni o di quelle della sua risma
    (o forse proprio la Ferragni in questione sotto mentite spoglie per avere almeno una volta nella vita un briciolo di autorevolezza),
    chi poteva risparmiarsi di scrivere è proprio lei! è evidente che lei sia una donna frustrata sul viale del tramonto, con tanti soldi e poche soddisfazioni dalla vita, che ha generato un'ennesima bionda che perpetua lo stereotipo delle senza-cervello.
    proprio mentre afferma che bisogna ignorare chi si ritiene inferiore, lei addirittura risponde -a distanza di tempo dalla pubblicazione del post - a una ragazza che definisce "campagnola", proprio lei che è indubbiamente una "di città", non è vero? (come se essere campagnoli fosse un handicap - roba vecchia)
    E siamo già al primo errore...ahi ahi!
    Poi perchè afferma che gli argomenti di Chiara sono banali, proprio come fanno tutti quelli che non sanno argomentare e rispondono con una "satira ad hominem", se sa cosa significa. Lei è la classica persona che merita di vivere nel paese in cui siamo, patria dell'equivoco, della volgarità e della mediocrità: lei è una mediocre, che sciorina valori mediocri, come "il talento si dimostra coi fatti, non con le parole", quando lei sta offendendo proprio una persona che scrive, ergo dotata di talento con le parole!
    Lei è il riflesso del grande equivoco che domina il nostro paese, l'equivoco del "talento" questo sconosciuto, per cui basta saper far di conto per essere matematici...
    Errore numero due...ahi ahi!
    Io non millanto grandi qualità o elevata moralità, quindi le rispondo tranquillamente:
    lei ha offeso una persona di grande intelligenza, talento e gusto come Chiara (la titolare del blog), che è campagnola come me, ma che si sta facendo strada con le proprie forze e i propri sacrifici - e non è uno stereotipo alla De Amicis, come lei potrebbe immaginare ritoccandosi lo strato di stucco sulla faccia - e non con le proprie gambe - e mi limito alle gambe - come la summentovata Ferragni.
    Non mescoliamo l'acqua col vino, per favore.
    Lei, signora, si sta rivolgendo a una persona laureata che svolge un lavoro in un campo in cui è perfettamente competente, e senza presunzione o falsi divismi.
    Io sono un ragazzo, "una delle quattro frustrate", e difendo a spada tratta la mia amica campagnola!
    Lei torni pure a sorseggiare Chardonnay in una tazzina da caffè nel bagno, per evitare che la filippina possa vederla e riferire a suo marito - quando c'è - che lei è depressa, si sente vecchia, e sua figlia è un soprammobile, ben vestita e famosa, ma sempre soprammobile.

    buona serata,
    e si risparmi la prossima gravidanza.

    un figlio con più cervello.

    RispondiElimina
  59. http://www.youtube.com/watch?v=uMGBz_zGoYY

    RispondiElimina
  60. mamma "col cervello", frustrata che risponde sarà lei, va bene?

    RispondiElimina
  61. Se tu domani morissi il mondo non se ne accorgerebbe neanche.
    Campagnola sei e campagnola resterai. Non contadina, ma campagnola. Nei tratti somatici, nel modo di parlare, nel modo di vestire, nel modo di sparare a zero su chi, a differenza tua, riesce ad incuriosire, a dire la sua.
    Ignorante e invidiosa!

    Una mamma con cervello, che ha figli con cervello e non vuoti come le tue amichette di periferia. Torna da dove sei venuta, cesso!

    RispondiElimina
  62. Sono una stilista di moda da 10 anni faccio questo lavoro e sono nella "vera" indistria della moda (quella dove si suda). Ogni tanto vado sul blog della Ferragni. Devo dire che lei come tante è il solito soldatino, che si veste con la balenciaga, le scarpe firmate.

    Blah...per me, che ne vedo veramente tante è di una monotonia deprimente. Tutte cose già viste, ha il classicissimo look da borghesuccia ostentatrice.

    Ogni volta che vado sul suo blog mi incazzo da morire, perchè l'immagine che passa della moda è sempre la stessa:
    merito ai non meritevoli che non sanno neanche che cosa sia un' impuntura 2 aghi!

    Il vero fashion è altro!!! Le persone con i coglioni fanno la moda, non la indossano e basta!

    Per onor di cronacha, se la "Charona" vuole fare la modella è meglio che si sbrighi che a vent'anni comincia a diventare vecchiotta.

    RispondiElimina
  63. Signora....le svelo un segreto: Il mondo non si cura della morte di nessuno.

    L'acredine da lei rigurgitata, non fa altro che denunciare uno smodato interesse verso questa ragazza e verso ciò che scrive.

    L'eleganza e il bon ton si manifestano anche nelle critiche, e lei ne è totalmente scevra.

    Evito l'elenco pedissequo di autori, perché ormai, è risaputo che ogni essere umano ha il diritto di esprimere la propria opinione, poiché solo lo stolto subisce il mondo e la vita senza concepirne giudizio.

    Tuttavia occore coerenza e buon senso, elementi da lei non posseduti. Non lo dico io, ma i concetti che le sue parole esprimono.

    Si rilegga. Si faccia spiegare la proprietà transitiva dai suoi figli, e in ultimo, il Malox potrà darle un certo sollievo.

    Ps - Una critica credibile necessita di un nome e un cognome altrettanto credibili. Tutto il resto è fumo, e a Milano, non badiamo più al fumo.


    Un bacione : )

    RispondiElimina
  64. CAMPAGNOLA! CAMPAGNOLA! CAMPAGNOLA! Potete andare avanti quanto volete, all'infinito!

    RispondiElimina
  65. Signora a questo punto mi sorge spontanea una domanda: perchè tanto coinvolgimento emotivo? Sì, emotivo proprio? Non lo capisco... Io ho espresso un giudizio, sì e tutti siamo ancora liberi di farlo, in questo paese Pseudo-democratico, ma non ho mai offeso Chiara Ferragni, non me ne permetterei mai, lei invece ha mosso delle offese e questo può solo provenire da una persona che sia coinvolta "emotivamente". Si firmi oppure cessi questi suoi infantili commenti...

    RispondiElimina
  66. Gentile Signora,

    è cortesemente invitata a non andare fuori tema.

    Grazie.

    Distinti saluti

    RispondiElimina
  67. hahahahahahahahha questa mamma con il cervello fa troppo ridere hahahahahahahahahaha signora lei è la caricatura di se stessa hahahahahahahahahaahahahhahahahahahhaha esilarante.

    RispondiElimina
  68. tralasciando le mamme con cervello (???) che si commentano da sole....mi rincuora leggere tutti questi commenti meravigliosi! allora ci sono delle persone libere su questa terra! grazie per il coraggio di parlare e di essere in un periodo storico in cui al massimo si vive imitando (e imitando dei mediocri)!

    RispondiElimina
  69. Giusto due premesse:

    Non mi interesso di moda e non mi interesso di fashion blog, ma una persona col cervello è interessante in ogni caso.

    Stimolato dalla mia ragazza mi sono letto tutta la trafila di commenti seguiti alla bellissima lettera di Chiara.
    Dall'alto della mia ignoranza nel settore ho provato un enorme sconforto non tanto nel rendermi conto di come una persona qualsiasi possa incontrare tanto proselitismo tra la folla, ma come questa folla mostri quanto sia vuoto il suo proselitismo.
    Chiara viene attaccata perchè ritiene che la Ferragni sia priva di talento, bene partiamo da questo punto.
    Un parere è una posizione personale, liberissima di essere contestata...contestata se debitamente argomentata. CI tenevo ad assicurare alla Signora "mamma con cervello" che essere campagnoli non è un motivo valido per ritenere una opinione meno autorevole. Anzi il registro da lei assunto non fa altro che indicare il suo status culturale, non certo quello dell'accusata.
    Ma non voglio impelagarmi in lotte senza quartiere, non è una gara a chi ha più ragione.
    Chiara Ferragni è dove è solo perchè si rivolge ad un pubblico medio, medio basso e basso, tutti settori culturali in cui l'irraggiungibile è il mito e la normalità, che oggi più che mai va quasi a braccetto con l'originalità (chi ha orecchie per intendere intenda) è il mostro da evitare. I soldi, l'immagine, la fama, questo è quello che fa leva nei cuori e nelle menti dei fan della Ferragni, non certo il suo stile(?) la sua classe(??) o il suo tanto millantato talento(?????).
    In tutto questo la cosa che più dovrebbe far riflettere è questa: Chiara ha un blog che molti hanno reputato scarno e un po' povero, la Ferragni ha un blog superfantastifighissimo. La Ferragni viene seguita da 32987364mila ragazzette che sbavano per i vestiti e per le vacanze da sogno con il fidanzato, Chiara tra i suoi follower ha anche persone a cui della moda non gliene frega niente ma si interessano ai suoi argomenti proprio perchè sono argomenti e non pensierini sulla giornata passata in via Montenapoleone.

    Chiara, fottitene della gente, le persone sono molto meglio.

    RispondiElimina
  70. Ho guardato il tuo canale youtube, e ho spulciato anche qualche post, e devo dirti la verità mi sono ritrovata soprattutto nel primo tuo video. Sinceramente odio particolarmente chi ostenta e mette in bella mostra, accessori e abiti griffati, pensando che se hai la magliettina o la borsetta chanel allora sei alla moda. Penso che "essere" alla moda sia ben altro, non importa che marca indossi, puoi portare anche il cappellino della nonna o un foulard comprato a 3 euro nel mercatino sotto casa, il bello è saper indossare con personalità e buon gusto. Le grandi marche o marche di lusso non sempre sono sinonimo di bon ton, anzi, io stessa a volte ho trovato dei capi bruttini seppur di alta moda.
    Io sinceramente non conoscevo questa ragazza, ho dato uno sguardo al suo blog, e mi meraviglio che una nota rivista le abbia dato questa opportunità, non ho nulla contro di lei come persona, non la conosco, ma non mi piace il modo in cui tratta l'argomento, in modo così scontato e senza logica. Ricordiamoci che comunque la meritocrazia in italia è morta ormai da anni, trovo anche diseducativo quel blog sinceramente, e non voglio fare la moralista assolutamente ma è di cattivo esempio soprattutto per le sue giovani lettrici che leggendolo si illudono che quella sia la vera moda, quando è solo una ridicolata unica. Avere buon gusto ed essere di tendenza non è uguale ad avere un sacco di soldi e comprare abiti firmati. Comunque vorrei precisare che non condanno chi compra dell'abbigliamento firmato, ma critico solo chi ne fa un uso sbagliato, fai benissimo a far sentire la tua voce! Detto ciò, continua così, scrivi delle cose molto interessanti e utili, sei simpaticissima e molto ironica, fregatene assolutamente dei giudizi negativi, quella signora non merita nemmeno attenzione =)!
    ps: Mi sono iscritta anche sul tuo canale yt! un bacio
    Marty.

    RispondiElimina
  71. signora Mamma M., provo tanta pena per lei, si ricordi che per le persone realmente raffinate e di buona famiglia di Milano e dintorni, la sua famiglia è solo un ammasso di arricchiti ignoranti e cafonazzi, che hanno successo in una Italia arricchita, ignorante e cafona o svilita, povera e infarcita di sogni impossibili
    Voi siete il niente nel mondo, povere macchiette stanche di una società in decadenza,

    chiuso

    RispondiElimina
  72. Faccio una piccola premessa:sono di parte.dalla TUA parte.
    E' veramente triste e penoso vedere che in Italia le cose non cambino mai, e questo "mito" di Chiara Ferragni ne è la prova.Ma chi minchia è Chiara Ferragni??????Che cosa ha portato di innovativo, di SUO, nel mondo della moda????A mio parere NULLA.Chiara Ferragni ha avuto la fortuna di nascere in una famiglia benestante che gli permette di spendere i soldi in abiti e accessori firmati da dei VERI stilisti,e di avere un corpo da modella che le permette di risultare gradevole davanti ad un obbiettivo fotografico.
    E il talento dov'è?Il dettar moda dov'è??
    Forse,le dovrebbero spiegare che c'è una piccola differenza tra "indossare le tendenze che dettano gli stilisti" e "fare tendenza".
    E' veramente triste vedere come la ricchezza si arricchisce ancora di più(e ovviamente questa è tutta colpa del nostro Bel Paese,dei nostri stilisti italiani che si sono interessati ad una insalata bionda scialba che cammina con le sue scarpette firmate e la sua chanel a tracolla!)e vedere che persone come te,che hanno realmente qualcosa da dire,che riescono a formulare un pensiero articolato invece vengono come al solito ignorate,perché ovviamente fa molto + comodo dedicare delle pagine ad una bambolina che oltre a fare da manichino vivente per gli stilisti non va,che pubblicare una ragazza che potrebbe suscitare qualche pensiero nei cervelli lobotomizzati della maggior parte delle persone.

    RispondiElimina
  73. ScoMODAmente, sono capitata oggi per la prima volta sul tuo blog, che ho trovato proprio per via delle polemiche che la tua lettera é stata in grado di suscitare. Ho letto tutti i commenti qui di sopra, e ti dirò, mi sembri una persona seria ed intelligente, che sicuramente non si merita gli sgradevoli attacchi (alla persona poi, neanche alla lettera) qui di sopra. Hai fatto bene a scrivere quello che pensi (in Italia mi pare che per il momento la libertà di parola ci sia ancora, no?), e penso proprio che d'ora in avanti seguirò il tuo blog (sai, trovare qualcuno che sappia effetivamente scrivere non é poi cosa facile nella blogosfera).

    Un bacione (te lo meriti),

    Marlene.

    RispondiElimina
  74. Care Marlene e Ugly Iry che piacere leggere le vostre parole. E a questo punto io ringrazio Chiara Ferragni se, attraverso questa lettera che hai lei per oggetto, io sono venuta in contatto con voi, menti "sane" di questa Italia che sta paurosamente regredendo... Spero che, chessò, questo possa essere un piccolo luogo virtuale nel quale parlare di un argomento anche frivolo a volte, ma appunto, parlare, dire la propria, riflettendo, leggendo, insomma usando il cervello che non deve essere solo di supporto ai nostri capelli "biondi"...

    Piacere di avervi "incontrate" ragazze ;)

    RispondiElimina
  75. Federico"GIALLO"04 novembre 2010 21:04

    Ciao Chiara sono Fede, ottimo pezzo tirato e senza fronzoli, irriverente il giusto ma senza esagerare ne scadere nella maleducazione.

    Per questo hai vinto uno dei seguenti premi:

    1- Set di foto a tua scelta ( non scegliere te stessa sennò aimè siamo agli stessi livelli dell'altra Chiara)

    2- Riprese per i tuoi video-blog

    3- Aiuto per lo sviluppo del tuo sito

    A te la decisione ciao cara.

    RispondiElimina
  76. Ciao!Condivido totalmente il tuo pensiero...Purtroppo in Italia funziona così...vanno avanti solo i "Raccomandati" o chi scende a miserabili compromessi(vedi la politica italiana)...

    Volevo fare presente a qualcuno che essere iscritti alla "Bocconi" e laurearsi con il massimo dei voti, non è sinonimo di impegno o di capacità...ma semplicemente della focoltà di potersi "comprare" una laurea!!!

    Se dico ciò è perchè conosco personalmente persone che l'hanno frequentata e che con m olta umiltà hanno spiegato come funziona... Io studio Giurisprudenza (la stessa facoltà scelta da Chiara)a Catania e qui da noi per superare un esame devi avere una conoscenza del testo come se fosse il "Corano"...qui non esistono gli esami con i test a risposta multipla...qui si studiano 1200 pg per materia...la Ferragni, con la vita da "nababba" che fa, sempre in giro tra locali, eventi, viaggi, non potrebbe MAI superare, nemmeno con 18, un esame...
    Alla Bocconi ci riesce...Perchè?! Semplicemente perchè ha i soldi!!!
    Iniziamo a chiamare le cose col giusto nome...

    -Fra-

    RispondiElimina
  77. Vorrei fare una piccola precisazione... Chiara Ferragni avrà gusto e curiosità nel campo della moda, ma non parla certamente bene l'inglese.
    Anzi, fossi in lei mi trasferirei per un pò nel regno unito o negli U.S.A. per impararlo bene, visto che spesso mi fanno ridere i suoi videos in inglese maccheronico.
    wtf!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "fossi in lei mi trasferirei per un pò nel regno unito o negli U.S.A. per impararlo bene"
      L'ha già fatto! è stata 3 mesi in Arizona quando era al liceo (se non ricordo male), per non parlare di tutte le fashion week a cui ha partecipato negli States... Insomma, di occasioni ne ha avute, ma 'non gliela fa'! XD

      Elimina
  78. mamma con cervello se morissi tu invece chi è che se ne accorgerebbe?????

    RispondiElimina
  79. condivido pienamente.. hai fatto bene ad inviare la lettera!

    mi spiace solo che pochi minuti fa io abbia trovato il tuo interessante blog proprio attraverso la "fama" immeritata di colei che è causa di questa polemica!

    Eli

    RispondiElimina
  80. Beh allora non ci rimane che ringraziaLA, no?

    Grazie Eli, un abbraccio

    RispondiElimina
  81. Tutte queste "mamme con cervello" non hanno niente di meglio da fare che stare su blog come questo e quello della ferragni? Assurdo!
    Andate a lavorare, accudire i vostri figli e fare qualche punturina di botox, anzichè perdere tempo in ca***ate e fare le mantenute!

    RispondiElimina
  82. cara charlotte ti scrivo per una riflessione semplice.... nn ho letto tutti i commenti... perchè diciamo che virano sulla stessa salsa... la ferragni è un fenomeno... italico.... ovviamente.. e fin quando non ci sarà qualcun altro a tenerle testa contraddicendo il suo sistema toccherà sentire parlare di lei.. ovviamente è un oggetto di marketing.. un oggetto che le case di moda sfruttano... e come ha ben pensato di fare la rivista A. che nn leggo tra l'altro. kiaretta ha paura delle rivali.. e ne sta alla larga.. secondo te perchè?? non te la prendere, dalla tua lettera si evince un enorme rabbia... ma vedrai e ne sono sicura non ne sentiremo più parlare. lei nel 2015 si vede fashion designer e fashion style... ma stai sicura che se nn hai capacità ma la tua si risolve nello scattare foto a quello che compri nn vai da nessuna parte.... un abbraccio marion

    RispondiElimina
  83. Cara Marion chiarisco, come ho già fatto in passato, che io non sono arrabbiata con Chiara Ferragni, ma con chi le dà spazio e con un sistema italiano tutto fuorchè meritocratico, ma concordo con te su tutto :)

    Grazie, un abbraccio

    RispondiElimina
  84. Solo 5 minuti fa ho scoperto questo post!
    Hai detto praticamente tutto e non c'è nient'altro da aggiungere.
    COMPLIMENTI!

    Ma alla fine te l'ha pubblicata o no la lettera?
    Baci

    RispondiElimina
  85. Cara Anna vorrei poterti rispondere che mi hanno pubblicata, ma non è così, accettiamo, dunque, questo andazzo tutt'altro che meritocratico e ringraziamo Chiara Ferragni di avrci fatte conoscere :)

    RispondiElimina
  86. Comunque sia sei una grande!
    Ti seguo...

    BACIO

    RispondiElimina
  87. Sei troppo gentile, davvero e spero di riuscire sempre ad intrattenere nel giusto modo te e chi mi segue... qualsiasi cosa tu e voi vogliate dirmi, di bello, di brutto, sono qua..

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  88. Io rimango sempre più allibita.. ogni tanto capito sul suo blog, come su altri blog di moda in quanto semplice appassionata, e mi vergogno per come si possa fare sfoggio di cotanto egocentrismo! Essere esperti di moda non significa ostentare capi costosi, assolutamente inaccessibili a diciott'anni, a meno che tu non sia figlio di papà!
    Ormai da un anno e mezzo qualcuno la fotografa giornalmente..pazzesco!
    Il mio pensiero, in definitiva, è che lei sia il frutto meglio riuscito di un progetto pubblicitario svolto dal suo ragazzo, il quale dopo una laurea triennale in economia e finanza si sta specializzando in marketing.. meglio di così!?

    Eli

    RispondiElimina
  89. E non è un pensiero poco credibile...

    Forza noi, Eli, sempre :)

    RispondiElimina
  90. Hai centrato in pieno con questa lettera, ho appena scoperto il tuo blog.
    Io sono molto appassionata di Moda e di arte e ritengo che La Ferragni sia abbastanza imbarazzante,con quell'aria da innocentina, ma ti prego!
    Lei sarebbe un'appassionata di fotografia??! avere una reflex non vuol dire essere fotografi.
    Le sue foto con quell'espressioni sempre uguali, da superfiga o da dolce cucciola abbandonata.
    La cosa che mi sconvolge è che quella studia alla BOCCONI... bà..

    Comunque ti apprezzo, hai avuto il coraggio di dire ciò che pensavi, pur sapendo di poter essere giudicata invidiosa o altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche sara tommasi e'andata alla Bocconi!

      Elimina
  91. ciao scomodamente,
    ho trovato per caso il tuo video che commenta la lettera su utube, inizialmente non sapevo chi fosse maria latella allora l'ho subito googlata (nota che ero arrivata solo al minuto 0:30 del video).
    Mi è uscito il seguente video: http://www.youtube.com/watch?v=d4hYYd_GxmQ
    l'ho guardato e ho scoperto che ha scritto un libro su berlusconi. Bene, solo pensando ad una giornalista che scrive positivamente su berlusconi avevo già immaginato la risposta che ti avrebbe dato.
    Quindi, col cuore vorrei chiederti: Come potevi immaginare (sperare) che questa persona potesse risponderti in modo professionale?
    Ti auguro buone feste e buona continuazione ;)

    RispondiElimina
  92. @Anonimo Machissenefrega di come mi si giudica, lo spirito di tutto il mio blog è proprio questo: dire la verità sempre, anche quando è... scomoda :)

    Ti abbraccio e grazie

    @MIrco (?) ascolta, la Latella ha scritto anche un libro su veronica Berlusconi e in ogni caso dalle cose che scriveva e diceva ha sempre tradito un'impronta tutt'altro che Berlusconiana. Cosa non si fa per la carriera, no? :)
    Tanti auguri anche a te e grazie infinite

    RispondiElimina
  93. Spetta, ho rivisto ora il video, pensavo che le parole che leggevi fossero la risposta della latella stessa, invece era solo un commento di chissà chi. A quel punto è stato inutile rispondere a una persona che manco si è firmata e soprattutto non si sa chi sia e SOPRATTUTTO usa un linguaggio non educato tipico di persone non educate, quindi maleducate.
    Ti auguro di nuovo buona continuazione.
    Mirco

    RispondiElimina
  94. La Latella mi rispose dicendomi che avrebbe pubblicato la mia lettera e successivamente lo confermò la sua segretaria... poi sono sparite entrambe :) Ma naturalmente non potevano certo pubblicare le mie parole nello stesso giornale in cui compare Chiara Ferrahni con tanto di rubrica personale. Comunque barcollo ma non mollo... MAI!
    Di nuovo grazie e buone feste Mirco

    RispondiElimina
  95. Meglio contadina con la terra sotto le unghie, che stronza con la merda sotto il naso! c'è gente che diventa qualcuno solo perchè ha i soldi. Io non vesto firmato vivo in un paesino di campagna, vesto tate volte al mercato ma nella scatola cranica il cervello c'è! meglio cosi che vuoti! Gloria'Style hhttp://gloriastyle.blogspot.com

    RispondiElimina
  96. Chiara sei una ragazza intelligentissima e anche molto brava come scrittrice.Ho visto il tuo video su youtube.Ti voglio solo dire una cosa io Chiara Ferragni la seguo ogni tanto sul suo blog e penso che fin quando posta le foto di lei stessa e della sua vita è anche piacevole(bisogna riconoscere che ha un bel guardaroba ed è una bella ragazza),ma quando apre bocca è orribile.Secondo te quanto potrà durare ? Ora è il momento suo,quante ce ne sono state,ci sono e ci saranno di queste donzellette :D? Per esempio,una Belen,che dal 2008 sta rompendo le balle(non lo dico per invidia perchè ammetto che è una bellissima ragazza)che alla fine non sa manco parlare ancora l'italiano,si è comprata 300 case nel centro di Milano ,lavorando?No ,sculettando e facendo "altro".Chiara Ferragni ?Mette a disposizione pubblica il suo appartemento,il suo guardaroba, il suo metro e settantasette, la sua taglia quaranta e i suoi capelli biondissimi.Quanto altro dureranno?Comunque concludo dicendo:RITENTA E SARAI PIù FORTUNATA BABY ;)HAI TALENTO

    RispondiElimina
  97. Cosa analoga mi è stata detta sul mio canale e allora ti rispondo così come ho già fatto lì: io non giudico Chiara Ferragni, al posto suo non avremmo cavalcato l'onda in egual modo, se ce ne fosse stata data l'opportunità? Io giudico un sistema, che non premia il talento ma la raccomandazione e non di chi vale, ma di chi ha la fortuna di godere di "amicizie".

    Ti ringrazio infinitamente per le tue parole, essere apprezzata per la mia scrittura ora è l'unica cosa che m'interessa :)

    Ti abbraccio Alessandra

    RispondiElimina
  98. Spero che la tua lettera serva ad aprire gli occhi di qualcuno anche se cmq nn dimentichiamoci.....siamo in italia....e tutto lo spazio che si da a sta ragazza non è altro che lo specchio di un italia alla frutta ( o all'insalata?!!!?? )

    RispondiElimina
  99. Insalata, frutta che importa? Siamo comunque alla fine dei pasti, no?

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  100. Ho letto la tua lettera e ho visto il video su youtube. Secondo me tu SPACCHI PROPRIO!!! Si può dire?!...forse non è proprio corretto in italiano, ma il senso si capisce! :)
    Continua così!
    Babysan

    RispondiElimina
  101. Tu pure sei una gran figa, mia cara :)

    Grazie davvero, un abbraccio!

    RispondiElimina
  102. Capisco cosa intendi, dovrebbe esserci posto per tutti i "meritevoli"(senza aprire una discussione su cosa lo sia e cosa no) e almeno un Po di sana speranza per gli altri. Non è così soprattutto la speranza, di questi tempi, è IL lusso. Questo da arrabbiare. Come dicevo...ho capito cosa ti muove e per questo voglio darti un elemento su cui riflettere. Non so a che pro, sicuramente non per toglierti speranza (anche se potrebbe anche sortire questo effetto), forse voglio darti modo di capire BENE la questione.
    Chiara, come si è già ipotizzato,non è "lì" per caso. Non è un fenomeno creato semplicemente dal seguito delle ragazzine: c'è ben altro dietro.
    Il suo ragazzo non è un qualsiasi ragazzo benestante.
    Frequentano le feste del PDL (tra i giovani) e lei viene ingaggiata per un Po di attenzione qua e la. L'abbiamo vista su Mediaset e l'abbiamo vista in altre reti "con le mani in pasta" (intendo reti sulle quali hanno influenza" addetti ai lavori" che piazzano i conoscenti,i parenti e gli amici di").
    Purtroppo è questo il motivo che la rende forte,la macchinazione che c'è dietro, e a te consiglierei di non parlare di lei, per denunciare la meritocrazia italiana ad personam". Fai il loro gioco. 
    Puoi parlare della situazione anche senza far riferimento a lei anzi, forse verresti visitata meno da chi arriva qui cercando
    roba su  chiara su google e quindi faresti meno entrate, le tue opinioni risulterebbero piu forti e indipendenti. Non dare attenzione a questa ragazza perche così facendo contribuisci ad alimentare la curiosità intorno al suo personaggio (creato a tavolino).
    IGNORARE chi alimenta il sistema d'affari italiano è l'unica arma che noi ALTRI abbiamo contro quel virus.
    Se la gente non si fosse interessata a lei nessuno ci avrebbe piu investito neanche una lira...e ci sarebbe stata la volontà di cercare una persona piu valida che fosse in grado di avere piu successo,cambiando politica, ...magari tu.
    Gli italiani sono così.PER NON FAR PRENDERE "gli amici di" A LAVORARE NEI GIORNALI NON BISOGNA SCRIVERE LETTERE... BISOGNA NON CONPARE PIU IL GIORNALE!!! Io,tu,egli... Vedrai
    che quando il soldo torna l'argomento principale rivalutano anche le risorse da impiegare per guadagnarlo.
    Citate sex and the city...a proposito... ricordate che Samantha consiglia a Jerodd Smith che vuole andare a fare
    l'intervista vestito semplice?
    Che il look semplice è perfetto ma di mettere un dettaglio griffato "se non gli dai un motivo per invidiarti non ti seguiranno" è, a grandi linee, la parabola.
    Chiara da la bellezza (ritoccata al pc) l'illusione di un amore e i soldi (gli aiuti).
    E agli italiani tanto basta, hanno già la loro soap opera dei sogni.

    RispondiElimina
  103. Grazie per le tue parole, sono un ottimo spunto per me e per chi TI leggerà... Detto questo, tranquillizzo me e te sul fatto che di Chiara ho parlato solo e soltanto in questa lettera, che in qualche modo mi ha giovato perchè ha attirato l'attenzione di molti di voi e ha permesso che anche io un pò fossi conosciuta, peraltro per un argomento "giusto"...
    Su quello che mi hai detto ho riflettuto e ci ero arrivata, dunque attendiamo tempi migliori. Ce ne saranno? non lo so, ma voglio crederci.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  104. ho visto il blog della signorina ferragni e non trovo niente di niente... il vuoto, di moda non c'e traccia , io leggo dei marchi nelle didascalie, e vedo delle foto di una ragazza normale che scimmiotta le modelle. I suoi seguaci deduco siano suoi simili, che della moda non conoscono nulla figuriamoci se riconoscono un'impuntura doppia o la differenza tra l'asola e l'occhiello. Guardare il suo blog e' come guardare un vecchio postalmarket, gli outfits sono banali da decifrare e non offrono spunti creativi ne citazioni... il vuoto. Questa ragazza non ha nemmeno l'autoironia necessaria per sbattere la propria persona in pasto ad internet. Mi sembra una meteora del web che con la moda non ha nulla a che fare. Le auguro di ottenere dalla vita cio' che desidera e le auguro anche di non incontrare mai gente come Anna Piaggi che potrebbe farla sentire come un granello di sabbia sulla spiaggia solo con uno sguardo.

    RispondiElimina
  105. ho scritto Ferragni in minuscolo... scusate il lapsus

    RispondiElimina
  106. Scuso il tuo lapsus :)

    Un abbraccio Gabry

    RispondiElimina
  107. ti posso assicurare che, per noi addetti al settore moda,che sudano,moltissimo,ogni giorno,il fenomeno chiara ferragni è di una tristezza infinita. mi dispiace molto aver letto commenti cosi scortesi e gratuitamente offensivi nei tuoi confronti, nello stesso tempo mi accorgo che l'intelligenza,un certo spessore culturale hanno la meglio (cosi come dovrebbe essere sempre). ti immagino come una donna autentica, che non teme di mostrarsi per quello che è e per quello che pensa. e questo è molto originale e talentuoso.
    ti seguo spesso...continua a dire sempre la tua.
    mimi

    RispondiElimina
  108. Cara mimi i commenti scortesi sono compensati da parole come le tue, gentili e incoraggianti...

    Ti ringrazio tanto e faccio un in bocca al lupo anche a te.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  109. Sappi che in questo momento ho un'immensa stima nei tuoi confronti. Concordo in pieno su ciò che hai scritto;
    Che aggiungere? Adoro il tuo blog!
    Baci, E.

    RispondiElimina
  110. Ti ringrazio per tutto Erika, davvero!

    Un abbraccio virtuale :)

    RispondiElimina
  111. Complimenti per la lettera!
    Anch'io studio moda in un'università pubblica e sogno molto in grande. Mi preparo però ad anni di gavetta e fatica ma così dev'essere!
    Mi piace molto il tuo blog, ha sostanza e contenuti e mi piace che rispondi a ogni commento e mi fa piacere vedere che questo post continua ad avere lettori!
    E' molto importante.
    Vedo che il fenomeno Kiara sta pian piano scemando. Ci fa fare delle pessime figure e si veste peggio che mai. Secondo me non arriva bene alla fine di quest'anno. Tu che dici?

    Passa da me quando vuoi, ti aspetto!!!

    airalipassion.blogspot.com

    Ciao e continua così!

    RispondiElimina
  112. Cara io credo che tutti i fenomeni abbiano un inizio e una fine, solo le "icone", le "muse", sono senza tempo, ma questo non è il caso di Chiara, pur rispettando quello che ha già fatto.

    Ti faccio un in bocca al lupo gigantesco e ci vediamo presto,

    un abbraccio

    RispondiElimina
  113. Ma non è che per caso tu sei invidiosa della Ferragni????
    Perchè magari lei ha un blog vistitato e invece il tuo no?!?!?
    Tutti a scatenarsi contro di lei ma che avrà mai fatto questa ragazza di male!!?!?!?!?
    Mah.

    RispondiElimina
  114. Se cerchi persone invidiose hai sbagliato blog ;)

    Ciao cara

    RispondiElimina
  115. Ti faccio i miei complimenti per il Blog! :)

    RispondiElimina
  116. Stavo guardando un video di chiara ferragni su youtube e su quelli correlati sei uscita tu...
    Ho guardato alcuni tuoi video e quello riguardante la lettera spedita a Maria Latella. Io sono una ragazza di un paesello normalissimo (forse anche troppo) che cerca la sua dimensione, che cerca di togliere il tappo di sugero alla bottiglia di vetro in cui si trova. Troppo facile farlo in una Roma, una Milano..il paese della moda, dello stile e dei figli di papà! Io penso che se avessi i soldi che ha lei farei lo stesso. Comprerei una Balenciaga, comprerei un Paio di Miu Miu o un anello YSL ma se una lettrice come me che puntualmente si reca dal giornalaio per leggere Vogue,Elle o il giornale A e trovo scritto stronzate tipo quello dello smalto (ho ancora il giornale nello scaffale-.-) e migliaia di aspiranti scrittrici come me che scrivono al giornale (con argomenti discutibili) vengono scartate a priori solo perkè lei è Chiara Ferragni. Mi ricordo ancora quel giorno quando tra me e me dissi: "Ma chi è sta Chiara Ferragni che sta sempre su sto giornale ogni settimana?" accesi il pc e scoprii il "Regno" che si era creato attorno a lei..lodevole mi dissi! Ma poi ogni giorno mi rendo conto che come hai detto tu il suo esempio possono trarlo solo quelle che hanno il suo reddito, il resto possono guardare e sbavare. Ha un bel stile questo è fuori dubbio, è bella..( mi dispiace solo x Richie-zerbino) ma spero che questa lotta del MERITEVOLE e chi PASSA X LA VIA FACILE (la rikkezza) si calmi un pò!

    RispondiElimina
  117. P.S.hai ricevuto risposta dal settimanale?

    RispondiElimina
  118. Oh sorry per i 300.000 commenti ma vedo che non l'ha pubblicata e non ha risposto come ho letto in un commento :)

    RispondiElimina
  119. Ciao Little Dreamer!

    Intanto grazie per aver letto (e spero non solo la lettera a Maria Latella...). Preciso che alla mia lettera è seguita una risposta prima del direttore di A e poi della sua segretaria (credo), garantendomi, entrambe, la pubblicazione della lettera, il che, forse è anche peggio, provendendo la parola data da figure di un certo spessore (culturale, umano?).

    Grazie ancora, ti abbraccio

    RispondiElimina
  120. Ciao a tutti! :)ho appena letto la lettera e i commenti e son rimasta veramente sconcertata... Innanzitutto dalla "mamma" che ti critica in base alla provenienza,campagnola ecc che altro non è che Chiara Ferragni (o una sorella XD)...sicuro!!
    Poi la mia attenzione va al settimanale "A", a cui mi son appena abbonata tralaltro... la verità è che a me Latella non è mai piaciuta.. la seguivo su sky e anche se le riconosco tutti i meriti e l'intelligenza che sicuramente non le manca,non ho mai apprezzato il suo senso critico.. nella rubrica ,tralaltro, del giornale A (Lettere al direttore) la trovo molto fredda.. e liquida (a parer mio s'intende)molto spesso le critiche con un pò,concedetemelo, di snobbismo e acidità.. senza dare troppe spiegazioni.. rigida,spietata per quel tipo di conversazione che non può avere altra risposta dal lettore. Sicuramente esagero ma non mi sorprende il modo in cui ti han trattata.. altro che campagna contro i non talentuosi, qui si parla di mercato secondo me.. e le discussioni sul non talento di Belen facevano breccia sulla maggior parte degli italiani delusi da questo sistema... Chiara attira,A vende. Avrebbe dovuto dare spiegazioni più accurate sulla scelta della Ferragni,questo le critico.. indubbiamente avrà le sue ragioni (per me ripeto si tratta di mercato) ma anche in questo caso non s'è voluta dilungare molto sulle sue autorevoli risposte. Non mi sorprende... di sicuro ha perso di credibilità per me. baci
    sarda87

    RispondiElimina
  121. Non può dare spiegazioni, altrimenti dovrebbe sputtanare se stessa e mezza stampa :) E' un mondo ingiusto, ma sono anche convinta che i nodi vengano al pettine, sempre.

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  122. Io essere Fashion Blogger. Io essere Italiana ma io essere fuggita all'estero. Io essere indignata come te. Io parlare Kome Kiara Ferragni X rimanere a tema.

    (potrei in effetti articolare di più il mio commento sul tema Ferragni ma non ce la fo, mi fa troppa rabbia. E di certo non perchè sono invidiosa, ma perchè ancora un volta, col fenomeno Blonde Salad, il fatto che in Italia la meritocrazia la si butta nel cesso, in ogni ambito, viene sbattuto in prima pagina)

    Grazie per questo bel post

    Al

    -The Red Dot-

    RispondiElimina
  123. Tu essere assai simpatica!

    Grazie a te, un abbracccio

    RispondiElimina
  124. Meno male che in questo mare di giovani intalentuosi cyberfrequentatori ti ho trovato....

    RispondiElimina
  125. Grazie Melina, sei gentile.

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  126. Ciao ScoMODAmente =)Devo dire che ho apprezzato molto questo articolo,con cui ti ho conosciuta, ma anche che sono rimasta allibita dal commento che hai ricevuto(Ferragni's family?)e dalla sua cattiveria. Prima di tutto trovo che tu sia più carina,intelligente e sicuramente più...'reale' di Chiara.Secondo punto...io ho iniziato a sbirciare lo stile delle fashion bloggers solo da pochi mesi e The blonde salad è stato tra i primi visitati. Inizialmente è stato bello curiosare nel suo mondo patinato(bella casa, bel fidanzato,bei voti all'università ecc ecc.) ma poi, comparandolo con altri blog, mi sono chiesta il perchè di questa autocelebrazione continua della sua figura e della sua vita,con tutti quei video e foto sulla sua casa,sulla sua famiglia.D'altra parte chi di noi non ha mai sognato di vedere le mutande che indossa durante i suoi viaggi o il cesso(scusa)in casa del suo ragazzo? Non sono invidiosa di Chiara e a volte trovo delle proposte interessanti sul suo blog, non mi lamento neppure del suo italiano ma dall'essere capace di accostare capi e rispettivi colori all'essere definita una fashion blogger ce ne vuole! Sarebbe piaciuto anche a me aprirne uno ma forse sono rimasta l'unica a farmi problemi come"sarò capace di proporre articoli interessanti o dovrei darmi all'ippica?"...beh che dire, ho finito il mio lungo monologo e grazie se sei arrivata fino alla fine senza annoiartiXD
    Un saluto,Giulia (una ragazza che considera ancora una Chanel o le Balenciaga un regalo di compleanno,laurea,diploma,esame,occasione importante ecc e non un 'Must have') ;)

    RispondiElimina
  127. scoMODAmente sei solo invidiosa! Te consideri chiara ferragni una stupida bambina ignorante che sa solo vestirsi firmata.. la continui a criticare dicendo che non è giusto il posto che occupa in questa società eccetera eccetera.. ma chi ti credi di essere te per giudicare?? te sei solo una stupida invidiosa e ti piacerebbe tanto essere al suo posto! hai affermato e sostenuto la gente che diceva che Chiara Ferragni è stupida.. a me sinceramente tanto stupida non pare visto dove è riuscita ad arrivare!! e te invece? TE NON SEI NULLA IN CONFRONTO A LEI!
    quindi te lo ripeto.. sei solo invidiosa! e mettiti qualcosa sul volto la prossima volta.. che sei brutta come la fame!!!

    Una che non sopporta le invidiose!

    RispondiElimina
  128. Intanto Giulia, mi scuso con te per averti risposto solo ora... Volevo dirti che se senti l'esigenza di aprire un tuo blog, fallo, possiamo farlo tutti, come la sottoscritta, se a muoverti è la passione e l'entusiasmo.

    Per quanto riguarda Chiara ferragni, devo ribadire ancora una volta che mi dispiace non poco il fatto che non sia stato compreso che la lettera non voleva essere una critica a lei, bensì alla Latella, che ha dimostrato di predicare bene e razzolare malissimo. Chiara Ferragni rappresenta il sogno, di una bella casa, di un adorabile cane, di un fantastico ragazzo, di favolosi vestiti e viaggi, e testimonia tutto questo attraverso il canale del blog, reso per questo patinato non meno di tante riviste cartacee. Ha fatto bene, ci ha guadagnato e ne approfitta finchè dura. Io non la critico e nn la osanno, i suoi post, il suo blog, non li leggo perchè non mi interessano, il target a cui mi approccio è ben diverso e l'obiettivo che mi pongo quando navigo in internet o sfoglio riviste, è quello di trovare sempre nuovi spunti e belle parole e the blonde salad non credo faccia per questo al caso mio. Rispetto comunque lei e chi la legge, convinta dell'idea che possiamo coesistere e vivere tuti felicemente e senza invidia...

    Per l'anonimo qui sopra: leggi quanto ho scritto a Giulia, in parte sono parole con cui rispondo anche a te. Volevo poi ringraziarti per il tuo commento, mi hai fatto letteralmente "pisciare" dalle risate e perdonami il francesismo!

    RispondiElimina
  129. Non esageriamo, solo seccata dalle giornaliste ipocrite!

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  130. lessi la tua mail su A appunto, non sapevo neppure fossi una blogger, complimenti hai raccolto il pensiero di credo migliaia di persone, non riguarda solo la moda questo è un fenomeno generale purtroppo in Italia.
    Io studio moda in una delle poche università italiane, mi faccio il cosiddetto mazzo perchè a partire dal disegno e fino al capo realizzato faccio tutto io, so anche fare borse e scarpe...il futuro è incerto, ed io tanto quanto i miei compagni siamo tutti indignati da personaggi come la ferragni; pochezza le è un aggettivo congeniale, a partire dal lessico fino a come "parla di moda",
    e vergognoso, diseducativo, mortificante e poco incoraggiante che personaggi come chiara addirittura guadagnino il posto in una rubrica, anche se A non è un giornale di moda.
    cambiando discorso vedendo come chiara viene celebrata dimostra quanto la moda non sia presa sul serio, in senso di fenomeno culturale e di come la moda si autocelebri, come se tutto non avesse più un significato, credo che sia tutto così sterile e noioso, io proprio non me lo so spiegare.

    RispondiElimina
  131. Io, come più volte ho scritto, spero in un Rinascimento, in tutti i sensi, perchè di tutta questa vuotezza proprio non se ne può più!

    RispondiElimina
  132. Ciao,
    ti avevo già scritto per questo post e sai che sono d'accordo con te.
    Per solidarietà ho pubblicato anche io le mie riflessioni sul mio blog. Se ti va dagli un'occhiata.
    Paola

    http://striki81.wordpress.com/2011/08/02/chiara-ferragni-uninsalata-bionda-da-scartare/

    RispondiElimina
  133. Bellissima lettera che racchiude il pensiero di moltissime persone senza cadere nell'invidia o nelle offese !

    Si dice che sia la figlia di una persona potente, classico caso in cui "essere figlio di" e "agganci giusti" in generale favorisca una ascesa rapida in qualunque campo.
    Niente di nuovo.

    A differenza della tua lettera se si sfogliano i blog di moda spesso e volentieri ci si trova di fronte a critiche feroci e battaglie inutili contro di lei e simili, così facendo la rendono solo più popolare! L'ideale sarebbe ignorarla totalmente e ignorare chi le da spazio!

    Bacio

    C

    RispondiElimina
  134. Dopo questa lettera e il video correlato, lo sto facendo anche io... più che altro perchè questa lettera è stata la considerazione di un momento, dopo è venuto il mio lavoro che continuo a svolgere e che richiede del tempo che investo totalmente per fare tutto nel miglior modo (che pure non è mai il migliore :)

    Bacio a te, C

    RispondiElimina
  135. Ho letto con piacere la tua lettera e tutti i commenti che ne sono derivati.

    Sinceramente non avevo idea di chi fosse Chiara Ferragni fino a pochi giorni fa, quando stavo cercando delle immagini dello smalto Orange Fizz di Chanel (ebbene sì, anche lei lo porta, sebbene sia dell'anno scorso... Pare che oltremanica sia di gran moda). Ebbene, quello che ho pensato è stato: chi cavolo è questa ? Ok, è carina ma poi ? Qual è il "dressing" del discorso ? Che messaggio vuole lanciare ? Che per essere considerati di "talento" o per emergere dal mucchio di "qualunquismo" bisogna per forza apparire tutte in un certo modo? Che bisogna essere omologate ? Poi ho pensato, ma è possibile che ci sia solo lei dietro questa imponente operazione di marketing (perchè è questo quello che è. Chiara Ferragni è presente alle sfilate, ha una linea di calzature, scrive su A, ha fatto la modella per Sylvian Heach...) ? Me lo chiedo perchè sono alquanto scettica. Credo che lei sia soltanto la facciata di una bella operazione commerciale. Chiara rappresenta lo stereotipo della ragazza milanese di famiglia bene, a cui purtroppo sempre più ragazzine vogliono assomigliare. Basta andare all'uscita di una qualsiasi scuola superiore per accorgersene. Le ragazze sono tutte vestite in modo identico. Dove è finita l'originalità ? Il voler essere diverse, il voler essere se stesse ? Poi è logico che la donna venga svalutata e oggettivizzata. E' la donna stessa che si svaluta e si oggettivizza. La personalità deve venire fuori anche attraverso quello che indossiamo e come lo indossiamo. L'abbigliamento deve modellarsi su di noi, deve accordarsi con quello che siamo e con l'immagine di noi che vogliamo dare agli altri perché volenti o nolenti, è la prima cosa che notiamo in un'altra persona. La moda lancia un messaggio ed è, a volte, più immediata di tante parole.
    Ritornando alla tua lettera.... A volte è confortante sapere che qualcuno pensa con la propria testa. E che non fa di tutta un'erba un'insalata.

    Arianna

    RispondiElimina
  136. Che dire, in un'epoca in cui si vive di immagine, sterile, attenzione, io sogno il riscatto delle parole e della poesia di una certa bellezza ormai rara.

    Ti abbraccio Arianna

    RispondiElimina
  137. Non posso non essere più d'accordo :-)

    Un abbraccio anche a te,

    Arianna

    RispondiElimina
  138. Concordo pienamente con ciò che hai scritto. Evito rigorosamente di incappare nel suo blog, perché mi innervosisce e irrita, e lo trovo ai limiti del demenziale. Stavo pensando di scrivere anche io la mia su di lei, poi sono incappata nel tuo post e devo dire che hai espresso egregiamente il tuo punto di vista, che ovviamente appoggio.

    RispondiElimina
  139. Mamma mia....ma così incarogniti siete con "quella"?!! A me, personalmente, chiaramente non piace. Ma, sempre chiaramente o ovviamente, non le do importanza!
    Non buttate tempo a scrivere su di lei, quei 5-10 minuti buttati, sono minuti della vostra vita che non vi tornano indietro!
    davvero pensate di doverli dare a lei?
    Noooo....daiiiii
    Smettete di parlare di lei, vedrete che "tramonterà".
    Troppo stupida.

    RispondiElimina
  140. No, dai....smettetela di parlare di lei e di dedicarle tempo prezioso....non è il caso...
    non è un forum di discussione sulla crisi economica, sull'inquinamento o che so....su cose serie dove ognuno si "impegna" a dare la propria opinione, a dire la sua....il che sarebbe costruttivo...è sulla Ferragni...perdete il vostro tempo a parlare di lei?!! Non è intelligente.
    Chiudete questa pagina. Se ci continuano ad essere persone che ne parlano, nel bene e nel male, comunque esisterà.
    Intanto smettete di parlarne "nel male"....e siamo già a bon punto....che di persone che ne parlano bene....boh, non so se ci sono, forse qualcuno, non lo so.....ma voi smettete di parlarne e metà, più della metà, del lavoro è fatta.

    RispondiElimina
  141. Sono capitata su questo blog grazie a quello (se blog si può definire) di BlondeSalad. Ho 20 anni e ho seguito per qualche tempo le "avventure" della Ferragni, più per curiosità che per vero interesse. Devo ammettere che all'inizio i suoi "outfit" non mi dispiacevano, ma non l'avevo mai sentita parlare. Poi, per caso, ho trovato un suo video su youtube dove, parlando in un inglese maccheronico, raccontava la sua perfect life con il suo boyfriend Richie (leggi fidanzato-tappetino). A quel punto, ho riguardato il suo blog con occhio più critico e mi sono accorta che non è oro tutto quello che luccica! Non sono esperta di moda, ma frequento la facoltà di Lingue e studio inglese da quasi 10 anni, con soggiorni in Inghilterra e quanto ce n'è per capire quanto il suo "english" in realtà,sia solo una tremenda variante del "siculish" (inglese storpiato dai primi immigrati siciliani negli USA del XX secolo); il tutto completato da una boria disumana. A chi si riferisce a Chiara, non Kiara biondabarbie, definendola "campagnola" voglio rispondere sottolineando quanto, in realtà, Kiara (si con la k che fa più figo) sia più campagnola e provinciale di chiunque.
    Ora pensate che sono invidiosa, che sono un cesso, che non ho amici, né un fidanzato che si zerbina per farmi foto senza senso. Del vostro giudizio non me ne potrebbe fregare di meno! Dietro a tutte quelle accuse di invidia, si mal celano donne frustrate per il passare degli anni e ragazzine lobotomizzate dalle "Chanel bags" capaci solo di pensare che una critica possa venire solo da persone sfigate e gelose. Voglio aggiungere che Kiara, oltre a cancellare ogni avvisaglia di critica (costruttiva o meno) dal suo blog, non si degna nemmeno di rispondere a chi si chiede come fa a studiare alla Bocconi senza aprire mai un libro, ma anche a chi le fa i complimenti. L'unica cosa che è in grado di scrivere è "I'm so grateful 4 everything, thanks people, I love you", neanche fosse Madonna in un concerto sold out.
    Al contrario Scomodamente risponde ai lettori del blog, accetta le critiche ed è in grado di andare oltre lo stereotipo di fescion (si, scritto così di proposito) bloggers, che si è venuto a creare in questi ultimi tempi. Detto questo, vi saluto! Scomodamente continua così!
    Giada

    RispondiElimina
  142. Io ti ringrazio per le tante parole spese su questo blog, evidentemente ci tenevi ad esprimere il tuo pensiero e per quanto mi riguarda questo è l'obiettivo; il confronto, le parole... Un abbraccio dalla compagna :P

    RispondiElimina
  143. Davvero un bel post, tutte le idee che hai messo dentro le condivido in pieno.


    chicfetish.blog.com

    RispondiElimina
  144. Sono molto felice che sia riuscita a mettere per iscritto un pensiero evidentemente comune. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  145. Non ho parole....quanto tempo hai impiegato per scrivere il tuo pensiero sulla Ferragni? No, non sulla fame nel mondo, sulla crisi economica e cose serie.....sulla Ferragni?!!!

    Non state bene comunque.

    RispondiElimina
  146. Dunque, a conti fatti, avrò impiegato 10 minuti (lettera scritta di getto, con impeto) e il pensiero che mi ossessionava era la grandissima stronzata compiuta da Maria Latella quando ha deciso consapevolmente di essere incoerente con tutto quanto aveva sempre predicato sul suo giornale. Chiara Ferragni non è un mio cruccio, piuttosto è l'involgarimento del giornalismo che mi lascia sgomenta. Questo credi non sia una cosa seria?

    RispondiElimina
  147. Credo sia una stupidaggine, sì.
    Anche perchè credo che la signora Latella si sia fatta una gran risata nel leggere la tua lettera.
    La realtà è che la Ferragni oggi è MARKETING.
    Con il marketing gira l'economia.
    Si fanno i soldi.....detto terra-terra.
    Credi che alla signora latella importi qualcosa del tuo pensiero?
    No.
    Anche perchè sembra provenire da una che rosica (lo dico leggendo che anche tu hai un blog fashion, chiaramente la prima impressione è quella).

    Dai più importanza al tuo tempo, rendilo costruttivo per te e basta con questa Ferragni.
    Sembrate ossessionate.
    E per colpa vostra, lei gira e c'è sempre e ovunque.
    Come in questo blog.

    RispondiElimina
  148. Da quanto scrivi mi fai capire che dalla lettera e dall'intero blog (che molto probabilmente non hai nepppure "sfogliato") non ti è arrivato nulla di quanto io spero arrivi a chi mi legge.

    Ciao cara

    RispondiElimina
  149. No, ho capito che non devi stare molto bene per infervorarti così per la ferragni, non pensi che sia un argomento stupido davvero e che tu le stia dando un'importanza insensata e non normale?

    Dai più importanza alla TUA di vita e smettila di occuparti di quella degli altri. Sono minuti andati che non ti tornano indietro.

    E poi sì, certo che non ho letto tutto...perdere tempo per queste cose...

    Mi stranisce solo che ci sia gente che perde il suo tempo a scrivere sulla ferragni, la ritengo allora più stupida di lei.

    E più che altro.....mi dispiace proprio, perchè non è possibile! Non lo so, non ho parole...e ti ostini pure a non capire....o fai finta.

    Comunque, dedicati a te e non sprecare tempo per quella.
    Non è normale tutto questo "clamore" che state creando sulla Ferragni.

    voi rosicate, aprite discussioni, scrivete su di lei....voi perdete tempo....e lei diventa sempre più famosa ed è ovunque!
    Come in questo blog. Anche qui. Grazie a voi.

    RispondiElimina
  150. ok, grazie dei tuoi consigli preziosi, ne faremo tesoro.

    RispondiElimina
  151. Ma la persona "anonimo" che ha scritto prima non so cosa dire del suo punto di vista. Si che c'è coscienza che Chiara sia puro marketing ma dove è il male dire quello che ha detto La Scomodamente? Una perdita di tempo? Anche se la Latella si è fatto due risate come dice quest'"anonimo", l'importante è che il parere di uno sia stato fuori a proposito di questo fenomeno Ferragni. Penso che siamo ancora in un'epoca in cui esprimersi sia un diritto e perché fare un post cosi è stupido? Il fatto di dirlo e ridirlo che il fenomeno Ferragni non è una cosa sana funziona visto che la Latella ha pure scritto un articolo che mi ha fatto spreccare tempo commentare qua : http://thinkincognito-it.blogspot.com/2011/10/chiara-ferragni-un-regalo-avvelenato.html

    Comunque La Scomodamente vado a percorrere più in profondo il tuo blog ;).

    Shug'A'Very di Incognito

    www.thinkincognito-it.blogspot.com

    RispondiElimina
  152. Shug'A'Very, condivido le tue parole e leggerò con piacere il tuo post stasera.

    Evviva la libertà di parola!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  153. Grazie mille!

    Ti ho pure aggiunta su FB come Shug Avery, non riuscivo a farlo con la pagina FB del nostro blog.
    Comunque ti seguo ;)

    Un abbraccio anche a te!

    Shug'A'Very

    RispondiElimina
  154. E io ho accettato con vero piacere!!!

    RispondiElimina
  155. Non voglio scatenare polemiche, ho letto solo alcuni commenti, però mi domando...se una di voi fosse stata al posto di Chiara Ferragni, non avrebbe fatto lo stesso? Probabilmente ora mi ritroverò a leggere anche insulti, ma francamente, se si è capaci di farsi pubblicità e di guadagnare "lavorando" come fa lei, oggi come oggi...chi non lo farebbe? Quindi basta con queste critiche nei suoi confronti, è riuscita a incantare tutti, e di sicuro il Direttore di A la tiene con sé anche perché fa pubblicità alla rivista...quante ragazzine avranno iniziato a comprare A dopo aver visto che lei scrive! Quindi, come ha scritto l'anonimo di prima, basta rosicare, perché anche tutte voi avreste fatto lo stesso al suo posto!!

    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei sua sorella, vero? .-.
      Io non l'avrei fatto, ad esempio. La mia dignità e la mia serietà non sono in vendita.

      Elimina
  156. Ciao Valentina,

    ti rispondo a mio nome e certo non a nome di tutte le persone che fin qui hanno commentato: per quanto mi riguarda io non rosico, e non perchè voglia fare quella che non è toccata dal successo della Ferragni e poi di nascosto la maledice, semplicemente non invidio il suo percorso nè il fatto che stia giustamente cavalcando l'onda, perchè io se potessi ne cavalcherei una nettamente diversa. La Ferragni posta i suoi outfit, è una fashion blogger, io scrivo e la mia aspirazione è quella di fare la scrittrice, nonchè altre cose che non coincidono con la figura della fashion blogger. Detto questo, hai letto il titolo del post in questione? Lettera a Maria Latella. Il post non è una critica alla Ferragni, che, torno a ripetere, come fashion blogger è "ineccepibile", ma alla Latella, che si è venduta e ha rinnegato il senso del giornale stesso: la lettura. Chiara Ferragni non si legge, si guarda, si ammira nei suoi look, quelli sì invidiabili, ma non si legge, allora per me, che aspiro alla scrittura, trovare una non scrittrice su un giornale è paradossale e grave, perchè allora vuole dire che un direttore si è venduto e ha barattato il senso, il fine, il valore di un giornale con i soldi.

    E comunque, come vedi, non hai scatenato polemiche nè insulti, tranquilla :)

    RispondiElimina
  157. io credo che fintanto che i brand invitano la ferragni per indossare gli abiti ci possa anche stare e pace, alla fine fa la sua figura, anche se ultimamente sta perdendo parecchi punti anche fisicamente e non so quindi quanto durerà anche da quel punto di vista
    però farla scrivere no
    sia perchè oggettivamente non sa scrivere bene in italiano, sia perchè il suo blog è un blog di foto e di pensieri stile diario, darle uno spazio per scrivere è sbagliato, se volevano ingaggiare una persona che facesse pubblicità la potevano anche prendere, ma era sufficiente e più coerente farle tenere una rubrica fotografica, magari un look, un trend, qualcosa di prettamente visivo
    i suoi pensierini sinceramente non possono interessare né incantare nessuna persona sopra i 14 anni, siamo oggettivi, non è questione di invidia, dai!

    RispondiElimina
  158. Fidati che i lettori del blog di Chiara Ferragni hanno anche più di 14 anni, ma si tratta di gusti e di cosa uno ha voglia di leggere... per quanto riguarda la scelta del giornale su cui Chiara scrive, ti do pienamente ragione!

    Ciao cara

    RispondiElimina
  159. Dopo la figlia arriva la madre che scrive di viaggi....

    Blog aperto l'altro ieri e già osannato.

    La famiglia dell'insalata bionda si insinua in ogni campo e con le stesse identiche modalità toglie spazio a chi se lo merita.

    Ciao
    http://turistiaognicosto.blogspot.it/

    RispondiElimina
  160. Ahahahahah non l'avevo ancora visitato! Fantastiche, io le ringrazio troppo per il divertimento che mi procurano, davvero, mettendosi in ridicolo da sole, pur non rendendosene conto. Adoro!

    RispondiElimina
  161. Finalmente una persona che interlocuisce. Chiara Ferragni questo non lo fa. Sbircia silenziosa i "botta e risposta" all'ultimo sangue dei suoi followers, non modera, cancella ciò che le conviene cancellare, in nome di una ipocrisia con i contro fiocchi. Si leggono insulti, minacce, cose gravissime. Mai un intervento da parte sua. Ma lei c'è eccome! Oggi ne ho avuta la prova. Sono rimasta basita. Lei gode nell'alimentare tutto questo fango. Avevo qualche dubbio, oggi definitivamente fugato. Trovo suo atteggiamento irresponsabile e molto grave sotto il profilo umano. Non la seguirò più. Una bella statuina dai piedi di argilla e nulla più. Grazie per lo spazio concessomi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io rispetto il parere di tutti, il tuo compreso e come dici tu, interlocuisco: come ovunque ho detto, ancora una volta sostengo che non me ne frega nulla della condotta morale, etica, professionale di Chiara Ferragni, trovo, invece, di gran lunga più grave il comportamento di chi l'ha messa a scrivere su un giornale, tutto qui... Grazie a te per aver condiviso con noi il tuo pensiero, ma non cadiamo nel tranello ok?

      Elimina
  162. Il suo comportamento è assolutamente deprecabile e costei non dovrebbe essere tenuta in alcuna considerazione. Quando mi sarà richiesto mi riferirò a lei come ad una persona poco meritevole, giusto capace di buttare fumo negli occhi e poco altro.

    RispondiElimina
  163. Concordo pienamente. Essendo però il suo un personaggio pubblico, credo lei abbia anche doveri e responsabilità. Certamente, non le avrei concesso neppure spazio su Vogue America. Non è meritevole al punto da meritare tanto. Ancora grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verrà il tempo, viene per tutto... un abbraccio

      Elimina
  164. Lettera molto ben scritta, brava scomodamente.

    Penso che la Ferragni sia semplicemente un mezzo marketing studiato a tavolino per fare vedere al mondo intero che anche qua in Italia abbiamo le fashion blogger, belle e intelligenti. LOL (laugh out loud). Adesso sinceramente, perchè una persona che è italianissima si mette a scrivere in inglese senza neanche saperlo bene? Per farsi figa? Oppure perchè sa già che avrà visite da altri paesi? Poi ovviamente deve essere una barbie, perchè si sa, in Italia ci sono le veline.

    Lei mostra l'highlight della sua vita, e questo attira le ragazze più piccole. Però la vita non è così, e prima o poi cresceranno anche questa ragazzine (a meno che siano figlie di mamma con cervello ;)

    Io vedo FAKE da tutti i pori in The Blonde Salad, e non intendo scarpe e/o borse. Lei è un prodotto per i media e gli stilisti, punto.

    Purtroppo la gente arriva a pensare che tu sia invidiosa scrivendo una lettera così perchè in effetti c'è una sottile linea che divide l'invidia dalla semplice delusione. E non dalla Ferragni, per carità, ma da un sistema corrotto e inaffidabile.

    Continua per la tua strada, e non fermarti mai.
    Un abbraccio virtuale.

    RispondiElimina
  165. "Lei mostra l'highlight della sua vita, e questo attira le ragazze più piccole. Però la vita non è così, e prima o poi cresceranno anche questa ragazzine (a meno che siano figlie di mamma con cervello ;)" e questo è verissimo... Grazie di aver capito...

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  166. Credo che quello che c'è scritto su questa lettera rappresenti il pensiero di moltissime ragazze come me, per questo ti ringrazio. Purtroppo il problema non è la Ferragni, ma le persone che la rendono "Chiara Ferragni".
    Spero davvero che l'impegno e la dedizione vincano sulla fortuna di essere nata bella, alta, secca e figlia di papà!
    LaScoMODAmente da oggi seguirò il tuo blog.

    RispondiElimina
  167. "L'Eco" è una filosofia di vita a cui mi sento molto vicina in questo momento e condividerla in maniera più profonda sarebbe bello...

    Ciao Manuela :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Eco" è la mia filosofia di vita, quindi farebbe molto piacere anche a me condividerla. Da poco più di un mese sto provando a farlo, ma per coinvolgere le persone in questo mio eco-mondo ho ancora tanta strada da fare. Quando vuoi sai dove trovarmi!
      Ciao Chiara :)

      Elimina
  168. ciao a tutti... premetto che non sono mai e dico MAI intervenuta in un "social network"! però "scomodamente" hai talmente ragione in quello che scrivi che non potevo non commentare! Ne ho sentite di ogni su questa ragazza, che è dove è grazie al suo ragazzo(il quale avendo molto agganci nel mondo della moda grazie al lavoro del padre, oltre ad essere il suo "manager" ha fatto di lei il personaggio che noi tutti conosciamo), che prima di fare la "fashion blogger", come lei si definisce, pubblicava foto nuda su siti poco raccomandabili, che scrive di moda, non conoscendone neppure a grandi linee la storia, che sbaglia i nomi di stilisti e musei, e potrei continuare per pagine e pagine! ;) Ho avuto modo di vedere come si veste e personalmente non mi piace nemmeno un po'. Io l'ho incontrata ancora agli albori della sua "carriera" ad una sfilata a Milano e non ci ho prestato troppa attenzione;ma fidatevi, era impossibile non vederla per come si era conciata! Sembrava un albero di frutta con il vestito estivo (con frutti rossi stampati sopra) che si era messa in un mese invernale! Faceva un freddo cane e vi giuro che l'unica cosa che mi è venuta in mente quando ho visto questa ragazza, senza nemmeno sapere chi fosse, è stata: "questa non è tutta giusta! e si prenderà la cistite!!!! " inutile dire che era improponibile vestirsi come lei mezza nuda con quelle temperature, e se questi sono i consigli di stile che dà... beh, meglio cambiare esempio se non si vuole passare tutto l'inverno a casa ammalati. A parte questo per prima cosa vorrei far notare a tutti che parla terribilmente male l'inglese e mi prendo tutto il diritto di dirlo dal momento che ho vissuto per molti anni in America e mi sono fatta un mazzo così per impararlo come si deve. Hai ragione nel dire che scrive come una quindicenne, perchè effettivamente non si può proprio dire il contrario!!! e per ultima cosa vorrei far notare a tutti che lei non è una "fashion" blogger... questo lo dice lei e solo lei e le persone disinformate che la seguono. lei è una blogger, specializzata nella SUA vita e non nella moda. Pubblicizza e veste solo i marchi dei vestiti che le mandano gli stilisti in regalo e nulla più. Vestiti che nessuno a meno che non sia milionario o pazzo completo da spendersi l'intero stipendio per un capo firmato, riuscirebbe a comprarsi. Non gira i negozi in cerca di outfit proponibili alla massa, ma si limita a scartare i regali che le mandano e anche se sono davvero osceni li mette, li fotografa e li pubblica ovunque. ho visto la sua pagina una volta, cioè oggi, e sono capitata sulla tua grazie a google. ero curiosa di vedere chi fosse perchè ne sento parlare di continuo. Mi è bastato oggi per capire tutto questo. Inutile dire che non ho alcuna intenzione di ritornare su qualunque sua pagina o di vedere qualunque cosa la riguardi!non comprerò mai più nemmeno A. tutto questo perchè mai alimenterò una stupidata del genere. Lei c'è perchè la seguono a migliaia! se si comincia a non calcolarla più e a non entrare sulle sue pagine, lei perde tutto questo successo in un secondo. ci sono persone che si fanno il mazzo per arrivare a fine mese, ci sono persone che fanno lavori ben più seri e non guadagnano nulla in confronto. e io so da fonti certe, che questa ragazza è dove è per raccomandazioni varie. Senza entrare nei dettagli, non mi piace questa storia, non mi piace che vadano avanti sempre le persone più "furbe" e non le più meritevoli! e non mi piace soprattutto perchè penso che quella ragazza sia proprio un'oca. e mi dispiace davvero essere giunta a questa conclusione! Detto ciò spero la tua lettera abbia avuto l'effetto che desideravi. ti auguro il meglio! Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questi giorni mi è capitato di andare ad una sfilata a cui ha partecipato una di queste "note" fashion blogger. Ciò che mi lascia perplessa è il divismo, il "tirarsela" per il solo fatto di essere delle fashion blogger, delle icone di stile (a parer loro) e il fatto che molti glielo facciano credere mi pare ancor più grave. Non ho idea di quanto ancora durerà, ma è un fenomeno, per sua stessa natura a termine, chissà allora poi dove verranno collocate queste dive della moda. Attendiamo e sorridiamo :)

      Elimina
    2. si vabeh tutta questa sviolinata per cercare di rilanciare la polemica sulla Ferragni, ahahahahha che ridere che fate (non mi riferisco alla brava Scomodamente)

      Elimina
  169. ...conosco il blog di chiara ferragni perché l'ho spesso visitato, ma devo dire che da un bel po mi è venuto totalmente a noia. Non c'è nulla di male in quello che fa, il problema è che realmente all'interno dei suoi post a livello di contenuti non c'è veramente niente. Se ci fossero dei commenti costruttivi sul mondo della moda o su una sfilata/stilista sarebbe un blog bello ed interessante da visitare, ma quello che leggo mi sembrano frasi copiate da comunicati stampa propri dei brands che lei nomina. La sua scrittura è fredda ed impersonale, non traspare a livello d'espressione una qualche personalità che possa rendere i suoi pezzi accattivanti. Non sono d'accordo però sulle critiche al suo Inglese, è comunque giovane e se non si è vissuto tanti anni in un luogo anglofono non si può pretendere un modo di esprimersi pari ad un madrelingua. Nel suo caso ciò che scrive in Inglese è una semplice traduzione di quello che scrive in Italiano e nulla più. Inoltre è vero come ha scritto qualcuno sopra che il blog non parla in realtà di moda, ma esclusivamente di se stessa, postando foto alla fine sempre uguali a se stesse diventando così appunto, noioso. Trovo infine che una buona fetta del suo successo sia dovuta al fatto che sia molto, molto bella ed anche qui non trovo che ci sia nulla di male, il problema nasce quando oltre all'essere molto belli non si ha nulla da dire e da trasmettere.

    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi non ha testa ha gambe, un fotografo, un sacco di soldi da spendere, un bel sorriso :) E va benissimo così, finchè dura ;)

      Elimina
  170. Andare contro la Ferragni oggi significa non capire nulla di come funziona un prodotto di successo. E soprattutto significa che chi critica non lo raggiungerà mai (per non averlo capito). Nel successo non conta mai la SOSTANZA, ma il Market Fit combinato all' Emozione e al Posizionamento.

    Della SOSTANZA frega solo a vostra nonna ! Qui parliamo di fare numeri e monetizzare.
    Di essere presenti su tutti i canali di comunicazione, tutto il resto è secondario.
    A tutte le stylist, vi auguro di comprendere la ricetta della Ferragni, la sua Strategia, misurare il suo Successo in termini numerici (visite/impression/partnerships) e poi imitarne le tecniche applicate piuttosto di perdere tempo a scrivere dalle vostre camerette rosa ricercando...e lo scrivo per la terza volta, questa famosa SOSTANZA.
    Che nella globalizzazione non funziona.

    P.s. ah imparate l'inglese... ve lo stanno dicendo tutti da 30 anni. I blog italiani hanno una nicchia troppo ristretta e un mercato più piccolo. Rivolgetevi a est europa, russia asia e emirati arabi.

    RispondiElimina
  171. Storia vista e rivista.....persone che non sono nessuno cavalcano una o due mode di successo, iniziano ad essere considerate perchè la natura ha loro sorriso e il padreterno ha fornito ai suoi genitori tanti e tanti soldi da buttare per fare affermare la figlia. Ovviamente sono fidanzate e altrettanto ovviamente appena arriva il successo arrivano le corna e la rottura del fidanzamento. Non è fotografa perchè al massimo viene fotogarafata e si è fatta largo in un social di fotografia. Tutti i capi che mette, ovviamente sono "bellissimi" e "quello che nel suo guardaroba non manca mai" oppure "i miei preferiti". Ovviamente sono frutto di contratti pubblicitari, di sponsor e di partecipazioni. Non parla italiano, ma del resto a che serve, basta biascicarlo un po', tanto è carina e il suo fisico deve parlare in un altro modo. Non parla nemmeno inglese. E' di una banalità sconvolgente e i commenti di chi la segue sul suo blog sono di rara demenzialita'.
    Piu' di una volta ho provato a intervenire diciamo fuori dal coro. Non mi hanno mai pubblicato un solo messaggio.
    E' solo una macchina per fare soldi. E da anche fastidio che una persona cosi' non stia ferma due giorni nello stesso posto al mondo. Un capo di stato, il Papa o un attore col cahet di milioni di euro viaggia molto meno di lei. Un bel modo di insegnare a vivere alla gente.
    Dispiace solo per quelle torme di ragazzine urlanti che la considerano una divinità e che presto sbatteranno la testa contro uno dei primi muri duri della loro vita.
    E mi meraviglio di come mai si possa aver non dico partorito, ma anche solo considerato la decisione di affidarle una pagina di una nota rivista femminile. O meglio, non mi meraviglio. Fa parte del discorso dei soldi.

    RispondiElimina